Il mare dispone di diverse risorse in grado di generare energia

All'interno dei vari tipi di energie rinnovabili, quelli che hanno il mare come fonte primaria sono i più efficienti. Questa affermazione deriva dal fatto che non essendoci "ombre" negli oceani, risorse come l'aria, per esempio, possono essere sfruttate appieno. In altre parole, non ci sono barriere e l'aria può essere sfruttata appieno nel caso degli aerogeneratori, che con le loro immense pale raccolgono il vento più lentamente e lo converte in energia in percentuale maggiore.

Eolico offshore

Indubbiamente, l'eolico offshore è diventato il più ricorrente nel suo genere, già a fine 2009 aveva una potenza installata di 2mila 63 Mw e sebbene ci siano leader del settore come Danimarca e Regno Unito, paesi come la Cina sono impegnati ad aumentare il loro potere e sviluppare più ricerca, sviluppo e ingegneria innovativa che consentano il massimo sfruttamento del parchi eolici offshore sviluppando turbine eoliche che può operare in modo efficiente dal mare.

Energia delle onde

Ma in mare è fonte di diverse risorse, in questo senso l'energia generata dalle onde (potere motore wave) può anche essere trasformato in elettricità.

Sebbene sia meno sviluppato, ha tecnologie sperimentali:

- Strutture ancorate sulla costa o sul fondo del mare (prima generazione).

- Strutture offshore con elementi galleggianti o sul fondo in acque superficiali (seconda generazione).

- Strutture offshore, in acque profonde con limite di 100 metri, con elementi collettori galleggianti o affondati (terza generazione).

- Nei Paesi Baschi è in fase di sviluppo un progetto con una tecnologia chiamata Colonna d'acqua oscillante in cui il movimento delle onde produce pressione su un volume d'aria contenuto in una colonna semisommersa, con forza sufficiente per far fluire quell'aria e far funzionare una turbina.

- Altri dispositivi lo sono assorbitori o attenuatori, che sfruttano il movimento delle onde per produrre energia meccanica che viene convertita in elettricità.

- Altre tecnologie si basano su sistemi di overflow e terminatori.

Energia delle maree

Si tratta di sfruttare l'ascesa e la caduta del mare che le maree producono. Il principio è che un serbatoio d'acqua viene riempito con l'alta marea e si svuota con la bassa marea, quando il livello dell'acqua tra il mare e il serbatoio raggiunge un certo livello, l'acqua viene fatta passare attraverso una turbina che produce energia elettrica. In Francia (La Rance) esiste una struttura del genere.

Il sistema ha i suoi svantaggi: l'altezza delle onde deve superare i 5 metri, il che è un limite perché questa condizione è soddisfatta solo in alcuni punti. Il secondo svantaggio è il suo impatto ambientale alto poiché queste condizioni si verificano in luoghi importanti ecosistemi marini.

Classificazione termica oceanica

È la differenza di temperatura tra la superficie del mare e le acque profonde, la cui differenza di temperatura deve essere maggiore di 20 ° C (regioni equatoriali e subtropicali).

È una tecnologia che sta appena iniziando in paesi come India, Giappone e Hawaii.

Pressione osmotica

Si riferisce all'uso della differenza di pressione tra l'acqua dolce dei fiumi e l'acqua salata del mare. La holding norvegese Statkraft sviluppa un progetto nel fiordo di Oslo con questi principi.

Classificazione salina

Si basa sulla differenza tra il contenuto di sale tra l'acqua di fiume e l'acqua di mare. Quando queste acque si mescolano, viene prodotta un'energia che potrebbe essere trasformata in elettricità.

Il mare offre molte potenzialità energetiche ma le tecnologie per sfruttarle sono ancora in fase di sperimentazione, ad eccezione dell'eolico offshore, già competitivo.

L'ostacolo principale a energie marine è l'alto costo del suo sfruttamento, questo ha rallentato il suo sviluppo rispetto ad altri energie rinnovabili.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Un commento, lascia il tuo

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

  1.   XXD suddetto

    Grazie per le informazioni