Le energie rinnovabili creano più posti di lavoro rispetto ai combustibili fossili

Lavori nel parco eolico

Si può dire questo le energie rinnovabili creano più posti di lavoro rispetto ai combustibili fossili, per essere più precisi circa 10 milioni di persone ha lavorato nel settore delle energie rinnovabili nel 2016.

Questi dati sono stati ottenuti nel rapporto di Energie Rinnovabili e Occupazione del Agenzia internazionale per le energie rinnovabiliConosciuto come IRENA, fornendo gli ultimi dati sull'occupazione in questo settore e una panoramica dei fattori che influenzano questo mercato del lavoro nel corso della 13a riunione del Consiglio IRENA.Il direttore dell'agenzia, Adnan Z. Amin Ha detto: “Riduzione dei costi e politiche abilitanti hanno costantemente incentivato gli investimenti e l'occupazione nelle energie rinnovabili in tutto il mondo dalla prima valutazione annuale di IRENA, effettuata nel 2012, quando poco più di cinque milioni di persone lavoravano nel settore "a cui ha poi aggiunto:" negli ultimi quattro anni, ad esempio, il numero di posti di lavoro totali in il i settori solare ed eolico sono più che raddoppiati"

Questo può essere visto perfettamente in questo grafico qui.

Grafico dell'occupazione rinnovabile

"Le energie rinnovabili supportano direttamente obiettivi socioeconomici più ampi, con la creazione di posti di lavoro sempre più riconosciuta come una componente centrale della transizione energetica globale.

Poiché la scala continua a orientarsi a favore delle energie rinnovabili, ci aspettiamo che il numero di persone che lavorano nel settore delle energie rinnovabili possa raggiungere i 24 milioni entro il 2030, che compenserebbe la perdita di posti di lavoro nel settore dei combustibili fossili e diventare un importante motore economico in tutto il mondo ", ha aggiunto Amin.

Tuttavia, escludendo l'energia idroelettrica, si osserva nella revisione annuale che il L'occupazione globale è cresciuta del 2,8% e ha raggiunto gli 8,3 milioni di persone lavorando sulle energie rinnovabili nel 2016.

Se contiamo l'occupazione diretta dal idroelettrico il numero totale dei dipendenti ammonta a 9,8 milioni, con un incremento dell'1,1% rispetto all'anno precedente.

Lavori situati in paesi

La maggior parte dei lavori nel settore delle energie rinnovabili sono in: Cina, Brasile, Stati Uniti, India, Giappone e Germania.

Dove in Cina, per mettere un caso, hanno lavorato a 3,4% in più di persone nelle energie rinnovabili nel 2016, che equivale a 3,64 milioni.

E l'Asia nel suo insieme è il continente con l'occupazione più rinnovabile, 62% del totale.

occupazione rinnovabile globale

 

Se continuiamo con questi paesi e aggiungiamo gli Stati Uniti, IRENA nel suo rapporto mostra quell'energia Il solare fotovoltaico è l'energia più “datrice di lavoro” del 2016 con a 12% in più rispetto al 2015 (3,1 milioni di posti di lavoro).

Lavori in industria solare degli Stati Uniti è aumentato 17 volte più velocemente, in crescita del 24,5% rispetto all'anno precedente.

Tuttavia, i posti di lavoro in Giappone sono stati tagliati per la prima volta mentre nell'Unione Europea hanno continuato a diminuire.

Nel caso di impiego del vento, i nuovi impianti eolici hanno contribuito alla creazione di 1,2 milioni di posti di lavoro, il che rappresenta un aumento del 7%.

Nella bioenergiaI paesi che si sono rivelati i principali mercati del lavoro sono ancora una volta Cina, Stati Uniti, India e Brasile.

Rappresentano così i biocarburanti con 1,7 milioni di posti di lavoro, 0,7 milioni di biomasse e circa 0,3 milioni di biogas.

Il direttore dell'unità politica di IRENA e vicedirettore della conoscenza, delle politiche e delle finanze Ferroukhi rabbia ha dichiarato: "IRENA ha fornito un quadro più completo quest'anno sullo stato dell'occupazione nel settore delle energie rinnovabili, compresi i dati del settore dei grandi progetti idroelettrici. È importante riconoscerli 1,5 milioni di lavoratori in più, in quanto rappresentano la più grande tecnologia di energia rinnovabile per capacità installata ".

Come ho detto prima, il Il 62% dei posti di lavoro sono in Asia, secondo il rapporto.

Tuttavia, i lavori di installazione e produzione continuano a spostarsi nella regione, soprattutto in Malesia e Thailandia, che sono diventati il ​​centro mondiale per la produzione di pannelli solari fotovoltaici.

Sviluppo dell'Africa

D'altra parte, in Gli sviluppi delle energie rinnovabili su scala industriale in Africa hanno fatto passi da gigante con 62.000 posti di lavoro rinnovabili nel continente, rappresentati da tre quarti di quei posti di lavoro in Sud Africa e Nord Africa.

“In alcuni paesi africani, con le giuste risorse e infrastrutture, vediamo emergere posti di lavoro nella produzione e installazione per progetti commerciali su larga scala. Tuttavia, per gran parte del continente, le energie rinnovabili distribuite, come l'energia solare off-grid, stanno portando accesso all'energia e allo sviluppo economico. Queste soluzioni mini-grid stanno dando alle comunità l'opportunità di fare un salto nello sviluppo delle tradizionali infrastrutture elettriche e creare nuovi posti di lavoro nel processo ", ha affermato il dott. Ferroukhi.

Tabella occupazione e paese


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.