La sindrome della foresta vuota

foreste e la loro interazione

La "sindrome della foresta vuota" è quella che viene soprannominata foresta le cui popolazioni sono basse fuori dal comune, non ci sono alberi giovani, non ci sono esemplari di altre forme di vita animale e vegetale. Questo accade perché è un tipo di estinzione ma più silenzioso.

Vuoi saperne di più sulle "foreste vuote"?

Sindrome della foresta vuota

l'importanza delle foreste

Questo nome è stato dato dai biologi a quelle aree arboree che hanno pochi alberi giovani o poche popolazioni. Questo sta indicando l'estinzione della specie in quella zona. In questi luoghi, il ciclo naturale attraverso il quale la specie si rigenera si è interrotto ed è collassato a causa di uno squilibrio ecologico e di una perdita dell'interazione che consente alla specie di vivere e svilupparsi.

Le interazioni tra gli esseri viventi sono necessarie negli ecosistemi scambiare un flusso costante di materia ed energia. Grazie a queste interazioni, gli ecosistemi si sviluppano attorno a un equilibrio stabile. Quando forze esterne al di fuori del sistema stesso influenzano, l'equilibrio che si è formato tra l'interazione delle specie che lo compongono viene rotto e il meccanismo con cui funziona l'ecosistema scompare.

Queste interazioni sono spesso reciprocamente vantaggiose tra gli esseri viventi e formano in natura le cosiddette "reti mutualistiche". Quando queste reti vengono distrutte dall'assenza o dalla diminuzione di uno qualsiasi dei componenti delle reti, causano la morte silenziosa dell'ecosistema conosciuta come "la sindrome della foresta vuota".

Foreste condannate

preda del predatore

Queste foreste il cui equilibrio è stato rotto sono condannati a morire, poiché hanno bisogno di interazioni tra esseri viventi. Le foreste che hanno piante ma nessun animale sono condannate a degradarsi gradualmente e scomparire in breve tempo. Gli animali svolgono le funzioni ecologiche di cui gli alberi hanno bisogno per vivere e riprodursi.

Ciò è stato confermato grazie a documenti che dimostrano che le foreste prive di fauna hanno perso fino a tre quarti del loro potenziale di stoccaggio del carbonio. In altre parole, gli alberi sono ancora lì, ma non svolgono le loro funzioni ecosistemiche. Un servizio ecosistemico è quello che la natura ci concede per il semplice fatto di rimanere in equilibrio e armonia. Ad esempio, la funzione di assorbimento di CO2 degli alberi è un servizio ecosistemico.

In tutto il pianeta non esiste specie che possa vivere da sola senza essere imparentata con altre specie. Sebbene le specie siano solitarie, hanno bisogno di altre specie per nutrirsi o avere un riparo. Sia nei sistemi che in predatore-preda o parassita-ospite o mutualismo, eccetera. Hanno bisogno della relazione tra vari esseri viventi.

È così che si forma l'architettura della biodiversità. Niente è lì senza significato, tutto ha una ragione d'essere. Pertanto, è importante tenere conto delle relazioni tra gli esseri viventi per menzionare l'estinzione degli ecosistemi.

Ci sono alcuni ecosistemi che sono in grado di persistere un po 'meglio anche se alcune specie vengono perse. Ma è vero che ci sono specie la cui presenza è essenziale per il suo funzionamento e che, senza di essi, crolla completamente.

Gli uccelli e il loro ruolo

interazioni degli esseri viventi

La maggior parte degli uccelli sono insettivori e un altro gruppo frugivoro, che si nutre di frutti carnosi, fiori, nettare, polline o tuberi e che sono responsabili della diffusione dei semi attraverso le loro feci o per rigurgito. Questa azione li rende vitali negli ecosistemi in modo che le piante possano diffondersi nelle aree.

Senza uccelli, gli ecosistemi crollerebbero completamente, poiché la sua capacità di rigenerazione naturale sarebbe seriamente compromessa. Qualsiasi fattore che intervenga nella perdita della funzionalità biologica mette a rischio l'equilibrio. Ad esempio, i lupi si trovano nella Sierra Morena, ma non hanno una funzione ecologica nell'ecosistema.

Le specie frugivore che necessitano di grandi aree saranno colpite se la foresta si frammenta. Se la quantità o l'abbondanza locale di uccelli frugivori diminuisce molto fortemente, il processo di dispersione della pianta collassa, i frutti maturi vengono essiccati o mangiati dai roditori, gli erbivori uccidono la piantina e non c'è un efficace processo di dispersione dei semi.


Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.