Potenza d'onda senza interruzioni con WaveStar

Progettazione del progetto Wavestar

Il progetto WaveStar darà la potenza delle onde, cioè energia generata dal movimento delle onde (se vuoi ottenere maggiori informazioni su questo tipo di energia puoi vedere "Differenze tra energia delle maree e delle onde") in modo ininterrotto.

Sapete di casi in cui qualcuno al di fuori di qualsiasi azienda ha un'idea geniale e non viene lasciato nulla per mancanza di risorse o nel migliore dei casi un'azienda acquista l'idea?

Bene, questo è quello che è successo due fratelli che amano la vela hanno insistito per trarre vantaggio dalle "potenti forze sottomarine" come citano e ha dato origine a WaveStar.

Questa iniziativa pionieristica È in grado di generare energia delle onde senza interruzioni. Inoltre, parte del vantaggio è che lo fa con resistenze mai visto prima avversità meteorologiche che, dopotutto, è uno dei principali problemi che devono affrontare l'ottenimento e l'utilizzo di questa energia rinnovabile.

Operazione

I fratelli Hensen (Niels e Keld Hensen) hanno avuto quella scintilla, quell'idea geniale che, dopo 10 anni di ricerca, è nata WaveStar, rispondendo alla sfida di convertire regolarmente la cattura di energia delle onde che si verifica ogni 5 e 10 secondi per le onde.

Ciò si ottiene grazie a un sistema di fila di boe sommerse che vanno su e giù a turno, rendendo possibile il ottenere il potere non si ferma nonostante le oscillazioni prodotte dalle onde.

Schema di boa

L'energia raccolta da queste boe viene trasferita ad un generatore che produce elettricità tramite a meccanismo idraulico.

 

boe wavestar

Stella d'onda non solo quiere raggiungere il produzione di energia dal moto ondoso stabile ma anche la procedura solleva a grande progresso per le condizioni meteorologiche più avverse come ho commentato in precedenza.

Questo si basa principalmente sul sicurezza della struttura, quali sono dotato di un sistema anti-tempesta garantendo così la manutenzione delle apparecchiature.

L'azienda dedicata a questo progetto comprato i diritti dall'idea dei fratelli Hensen che lavorano come consulenti a supporto del progetto.

Questa azienda sottolinea che "L'energia delle onde giocherà un ruolo fondamentale nel garantire l'energia del futuro, ma solo le macchine in grado di resistere alle tempeste più dure saranno in grado di sopravvivere".

Al futuro

D'altra parte, WaveStar non solo resterà qui, ma mira a gettare le basi veri parchi energetici e sfruttare così diverse fonti di energia rinnovabile.

Laurent Marquis, direttore tecnico afferma, "Può essere vento e onde, ma anche energia solare… ”, e vede l'obiettivo di un progetto nella“ costruzione dei primi parchi in cui i sistemi di captazione dell'energia dal mare sono posizionati attorno agli aerogeneratori. Se le onde e il vento si uniscono, vincono tutti ”.

WaveStar per ora stai ricostruendo il sistema per un aggiornamento e aumentando il numero di galleggianti / boe dopo anni misurare i risultati della proposta per aumentare la cattura dell'energia del moto ondoso.

Apoyo

Allo stesso modo, l'azienda ha chiesto al Unione Europea il tuo sostegno attraverso il programma Orizzonte 2020 con l'obiettivo di realizzare il primo prototipo di grandi dimensioni.

Allo stesso scopo è stato costituito un Consorzio in cui il Università della Cantabria tra le altre istituzioni.

"Siamo pronti a costruire un sistema su larga scala", afferma Marquis, che vede nella somma di diverse fonti di energia sostenibile la risposta energetica del futuro. “Dobbiamo imparare gli uni dagli altri. Invece di competere, dobbiamo costruire insieme un nuovo concetto promettente per il futuro ".

Per finire vi lascio un brevissimo video, di circa 40 secondi, dove spiegano in modo sintetico il funzionamento (in inglese) e contemporaneamente si possono osservare le boe e tutta l'attrezzatura WaveStar.

Se questo progetto va avanti e viene costruito su larga scala aggiungendo altre energie rinnovabili come l'eolico e anche il solare, si può dire che l'ottenimento di energie alternative sarà in grado, non solo con questo progetto ma con molte altre, di fornire una percentuale di la popolazione molto alta.

Da qui ringrazio tutte quelle persone che hanno queste idee meravigliose che ci permettono di avere un futuro migliore ed essere più indipendenti dai combustibili fossili.

 


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Un commento, lascia il tuo

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

  1.   me suddetto

    Vedendo il post e ricordandomi che il principe delle Asturie verrà demolito per 2 milioni di euro e che nessuno pensa mai di usarlo come piattaforma per l'energia, mi fa capire che non c'è testa nella nostra polizza

    piattaforma migliore per testare i gadget di potenza delle onde (che può o non può funzionare) non ci sarebbe,