Le energie rinnovabili creano quasi 400000 posti di lavoro in Germania

Il Portogallo fornirà quattro giorni di energia rinnovabile

Come sito web sulle energie rinnovabili, abbiamo già visto in molte occasioni il file potenziale per la creazione di posti di lavoro di qualità offerto dalle energie rinnovabili. Ad esempio, l'industria impiega più persone negli Stati Uniti rispetto a gas, petrolio e carbone messi insieme.

Per fortuna oggi ci sono dati più vicini e tangibili di un mercato in piena crescita esponenziale, nella maggior parte dei paesi sviluppati. Com'è il caso Germania.

Attualmente, l'energia rinnovabile genera quasi 400000 posti di lavoro nel mercato teutonico. Qualcosa che dimostri l'importanza del settore, al di là della riduzione delle emissioni di gas serra. Purtroppo, questo numero continua a crescere. La chiusura delle centrali nucleari ha molto a che fare con questo, per il momento le energie rinnovabili non coprono tutti i consumi, e il deficit si genera con le centrali a carbone o a gas. Anche se dovrebbero chiudersi nei prossimi anni, il che migliorerà notevolmente le emissioni totali del mix tedesco.
CO2
Secondo l'Associazione tedesca per l'acqua e l'energia, fonti come l'eolico e il solare, superano già nel Paese il volume raggiunto dai vettori energetici tradizionali.

Tutto è iniziato con "Energiewende", o piano di conversione energetica approvato quattro anni fa, lanciato con l'obiettivo di sostituire l'energia nucleare e fossile come il gas naturale, il carbone e il petrolio. Un programma che cerca anche di proteggere l'ambiente, raggiungere costi accessibili per la popolazione tedesca e la sicurezza energetica del Paese.
l'autoconsumo in Spagna è danneggiato dalle tasse in eccesso
Secondo l'Associazione, negli ultimi anni la Germania ha raggiunto una produzione nei suoi impianti solari fotovoltaici di 22 GW di elettricità all'ora.

Il 2016 è stato l'anno migliore per le energie rinnovabili in Germania

 Nel 2016, la Germania ha utilizzato più energia rinnovabile che mai, producendo Il 32% del suo fabbisogno elettrico attraverso energie rinnovabili.

Energie rinnovabili

L'obiettivo del governo federale è quello di raggiungere una quota di generazione rinnovabile del 35% nel 2020. Un traguardo che seguendo questa tendenza non sarà difficile da superare.

Energie rinnovabili e autoconsumo
La produzione rinnovabile è così suddivisa:
  • Eolico offshore: 13 TWh, il 57% in più rispetto al 2015, e cosa crescerà in futuro.

Tre paesi europei, Germania, Danimarca e Paesi Bassi, attraverso TSO (TenneT Holland, Energetika.dk e TenneT Germany) creeranno il più grande progetto di integrazione rinnovabile della storia.

Lo chiamano la Silicon Valley dell'eolico offshore. Per questo, questi tre gestori del sistema elettrico creeranno un'isola artificiale nel mezzo del Mare del Nord (Dogger Bank) da cui verrà gestita l'integrazione fino a 100 GW di eolico offshore, che sarà collegato tramite una piattaforma.

  • Eolico onshore: 67 TWh, 6% in meno rispetto al 2015.
  • Solare fotovoltaico: 38 TWh, 1% in meno rispetto al 2015.
  • Idroelettrico (include pompaggio): 22 TWh, il 13% in più rispetto al 2015.
  • Biomasse e rifiuti: 52 TWh, 3% in più rispetto al 2015.
  • Geotermico: 0,2 TWh, 12% in più rispetto al 2015.


Secondo il presidente dell'Associazione tedesca delle industrie energetiche e idriche, Stefan Kapferer, ha commentato che sebbene la quota di generazione rinnovabile continui a crescere, il paese hanno ancora bisogno di fonti convenzionali per supportare questo cambiamento nel modello energetico. Ha anche commentato che è necessario espandere la rete elettrica, cosa che ritiene anche il ministero tedesco dell'Economia, il quale assicura che "l'ampliamento della rete è chiaramente in ritardo rispetto agli obiettivi prefissati e necessari ”.

Nonostante il fatto che la Germania stia facendo grandi sforzi in termini di energie rinnovabili, l'uso di combustibili fossili nel paese è ancora molto ampio, principalmente nel trasporto.

Per cercare di ridurre questo problema, il governo tedesco ha lanciato un programma di sovvenzioni per l'acquisto di auto elettriche, anche se per il momento il risultato non ha dato i suoi frutti.
auto elettrica

Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.