È possibile prevenire i disastri naturali?

Eruzione vulcanica

I mezzi di preallarme in meteorologia sono generalmente affidabili nella previsione disastri naturali. Gli specialisti sanno come modellare accuratamente il comportamento delle masse d'aria e dispongono di dati molto completi, provenienti dall'intera superficie del globo.

I satelliti meteorologico diffondono continuamente dati e immagini sulla distribuzione delle masse d'aria nei continenti e negli oceani. Abbiamo una fitta rete di stazioni terrestri e marittime nel globo che raccolgono in modo permanente dati su tutti gli elementi meteorologici negli strati inferiori dell'atmosfera.

Queste osservazioni terrestri e spaziali collegate da un efficiente sistema di telecomunicazioni consentono di compilare le diverse previsioni locali in un sistema globale in grado di prevedere le manifestazioni più estreme nel tempo utile, in modo che possano essere prese misure preventive. Le previsioni del tempo consentono di essere informati in anticipo di forti perturbazioni, che per la loro intensità e frequenza, rischiano di provocare una catastrofe.

I radar meteorologico sul terreno svolgono qui un ruolo importante nelle previsioni a breve termine. Consentono di apprezzare il punto di impatto e l'importanza della pioggia le cui ripercussioni sul flusso dei corsi d'acqua sono controllate da sensori, che permettono di provocare l'allerta in tempo per evitare o limitare lo straripamento dei fiumi. La maggior parte dei paesi del mondo dispone di dati topografici di corsi de acqua e dei bacini idrologici, che permette di prevedere facilmente il comportamento delle acque in funzione della durata e del volume delle precipitazioni.

Tuttavia, questi dispositivi a volte hanno una mancanza di precisione o vengono interpretati male nel tempo utile. Molti esempi recenti mostrano che soprattutto una mancanza di organizzazione e l'incapacità di apprezzare a peligro sono responsabili di un equilibrio catastrofico in alcuni eventi meteorologici. Ci riferiamo nello specifico al caso del ciclone Katrina che ancora ricordiamo.

Eruzioni vulcaniche

Le eruzioni vulcanico sono relativamente facili da prevenire, perché sono accompagnati da molti fenomeni fisici e reazioni chimiche che possono essere monitorati indipendentemente l'uno dall'altro. Le eruzioni sono sempre precedute da un'intensa attività sismica e da una dilatazione della crosta terrestre. Per quanto riguarda il risveglio dei vulcani dormienti, bastano alcuni sensori sismici per rilevarlo in tempo e suonare l'allarme.

Quando c'è un file riesgo vulcanico imminenteMan mano che la lava avanza verso la superficie, si scopre che il terreno si gonfia, i gas vengono rilasciati e allo stesso tempo vengono registrati disturbi locali nel campo gravitazionale e nel campo magnetico terrestre.

La comparsa, la frequenza e l'intensità di questi fenomeni consente di lanciare l'allerta nel medio termine sulla base dei dati forniti da un insieme di strumenti di rilevamento. Analizzano le emissioni di gas, le variazioni nella composizione del suolo in superficie e in profondità e registrano le modifiche al di sopra del campo di gravità o del campo magnetico.

Le cose si complicano man mano che la lava si avvicina alla superficie, concentrando i suoi effetti su una superficie sempre più ridotta. Quindi è necessario aspettarsi un numero crescente di strumenti di misura al fine di circoscrivere l'area di maggior rischio. All'aumentare della pressione, le manifestazioni chimiche e fisiche si moltiplicano.

Più è imminente il eruzionepiù delicata diventa la tua lungimiranza. Per questo motivo, le previsioni a breve termine in questo campo sono rare e inaffidabili poiché attualmente non disponiamo di sensori e strumenti di misurazione per tutti i vulcani attivi nel mondo.

Quanto a volcanes registrati come esplosivi e pericolosi, la cosa più semplice sarebbe ovviamente circoscrivere una zona di divieto di accesso intorno a loro e evacuare alle città vicine. Ma questo è più facile a dirsi che a farsi, per ovvie ragioni socioeconomiche.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.