La prima città solare d'America, Babcock Ranch

Città solare

Ranch Badcok, negli Stati Uniti, con lo slogan "Non tutte le città sono uguali" è la prima città cosa finge di essere alimentato da energia solare al 100% della sua capacità.

Puoi diventare il città solare che tanti di noi desiderano?

Secondo il progetto, la cosa più sicura è che se ha successo, inoltre Badcok Ranch non conta solo di essere una città solare e nient'altro che sarà il città perfetta per escursioni a piedi o in bicicletta, afferma Kitson & Partners, un'agenzia immobiliare che promuove questo progetto nel sud-ovest della Florida.

I motivi per posizionarsi come la prima città solare o anche conosciuta come la città sostenibile non mancano e basta Potenza e luce della Florida, azienda partner che ha il supporto dello Stato della Florida e della Contea, costruirà un impianto solare nella zona di cui pensi rifornire le 19.500 case città.

Questo impianto solare, con fino a 75 MW di energia, che equivale a a installazione di 340.000 pannelli solari, forniranno l'energia necessaria per tutto il giorno al Babcock Ranch.

Tuttavia, durante giorni o notti nuvolosi, la città dovrà fare scorta gas naturale. Sapevo già che c'era un gatto rinchiuso qui!

Secondo i promotori, l'uso del gas naturale durante i giorni nuvolosi e le ore notturne sarà una misura temporanea, dal momento che sperano che Babcock Ranch diventi una sorta di città "laboratorio" nella vita reale in modo che possano farlo favorire i progressi nella ricerca come ad esempio nell'accumulo di energia solare.

Un altro punto da tenere in considerazione per questa città solare che garantisce di dare "una vita completamente sostenibile" è il Efficienza energetica delle case, fornendo pannelli di isolamento termico, ovviamente certificati da Florida Green Building Coalitio.

Alloggiamento solare della città

Mettere energie rinnovabili non è l'unica soluzione se non si sa in seguito come sfruttare quell'energia o nel peggiore dei casi lasciarla "sfuggire".

La città

Ora, se guardiamo dall'esterno all'interno possiamo dire che questo città solare ha più di 80 km di percorsi naturalistici, e un orti comunitari attraverso i quartieri e le strade vicine, promuovendo così l'interazione tra i vicini, un altro degli elementi inconfondibili di Babcock Ranch nella sua lettera di presentazione.

Detto questo, l'interno di la città si concentrerà sul modello Founder's Square che coprirà tutte le esigenze degli abitanti dal centro della città (downtown) che avrà ristoranti, caffè, negozi e luoghi di intrattenimento e Wi-Fi gratuito.

Vista dall'alto della città solare

Trasporto

L'utilizzo di Bicicletta anche se sarà anche possibile avere più file punti di ricarica promuovere veicoli elettrici.

Da mezzi di trasporto pubblico devi prendere un po 'di immaginazione dai film di fantascienza in quanto saranno alimentati dall'elettricità, finora va bene, ma saranno completamente autonomi e senza conducente.

Contromisure

Non tutto nella città solare è roseo, il collettivo del South Florida Widlands è contro la città del futuro per ragioni molto difendibili dal momento che il la costruzione interesserà serpenti, orsi neri, colonie di pantere e picchi che vivono nelle vicinanze.

I promotori si difendono assicurandosi che almeno 295 km2 saranno preservati e la città occuperà meno di 73 km2 a cui il South Florida Widlands ribatte con l'idea che il progetto avrà un impatto sui dintorni con nuovi centri commerciali e altre strutture, dicendo che renderanno anche gli spazi adiacenti più vulnerabili raggiungendoli mettere all'angolo le pantere, trovato in Pericolo di estinzione.

Mentre "piovono" le critiche dell'opposizione e dei promotori, si difendono, la città continua ad avanzare con la sua costruzione e presto sarà possibile essere un vicino di questa comunità fintanto che avrai circa $ 300.000 - $ 750.000 nel tuo portafoglio.

Questo è quando entra in gioco il dilemma che ogni protettore, ecologo, ambientalista o qualsiasi persona preoccupata per l'ambiente ha.

Distruggere parte di un ecosistema con tutti i problemi che questo comporta per la costruzione di una città sostenibile per preservare l'ambiente.

Ne sacrifichiamo alcuni per il "bene comune" o restiamo fermi?

 


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

2 commenti, lascia il tuo

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

  1.   osmar suddetto

    La questione del gas naturale sarebbe l'altra faccenda. Che buone informazioni, buon post.

    1.    Daniele Palomino suddetto

      Grazie mille Osmar, è un piacere informarti di tutte le novità che derivano dalle energie rinnovabili.

      Saluti.