L'influenza della Luna sul campo magnetico terrestre

Luna-terra

El campo magnetico della Terra ci protegge ogni giorno dalle particelle cariche e dalle radiazioni della radiazione solare. Questo scudo è prodotto dai rapidi movimenti di enormi quantità di lega di ferro liquido nel nucleo esterno del pianeta. Per mantenere questo campo magnetico, il modello classico affermava che il nucleo della Terra si era raffreddato di circa 3000 gradi negli ultimi 4,3 miliardi di anni. Questo senza contare l'influenza della Luna.

Il modello classico di formazione del campo magnetico di Terra ha sollevato un paradosso più grande. Affinché questa geodinamica funzioni, la terra dovrebbe essersi sciolta completamente 4000 miliardi di anni fa e il suo nucleo avrebbe dovuto raffreddarsi lentamente fino a circa 6800 gradi. Recenti lavori sulla modellazione dell'evoluzione iniziale della temperatura interna del pianeta e geochimica sulla composizione di carbonatito e basalti più vecchi vanno contro questo raffreddamento. Se si escludono temperature così elevate, i ricercatori propongono un'altra fonte di energia in questo studio.

Un team di ricercatori suggerisce che la temperatura è scesa di soli 300 gradi. L'azione di Luna visita, fino ad ora dimenticato, compenserebbe poi questa differenza per mantenere attiva la geodinamica.

La Tirra assume una forma appiattita, ruota attorno ad un asse inclinato che oscilla attorno ai poli, e il suo mantello è deformato elasticamente dall'effetto della marea provocata dalla luna. I ricercatori hanno dimostrato che questo effetto potrebbe stimolare continuamente i movimenti della lega di ferro liquido che costituisce il nucleo esterno e, a sua volta, genera il campo magnetico terrestre.

Questa potere è sufficiente per generare il campo magnetico del Terra che con la Luna risolve il grande paradosso del modello classico. Un tale effetto delle fosse gravitazionali sul campo magnetico di un pianeta è stato ampiamente documentato attraverso due satelliti naturali, quello di Giove e quello di molti esopianeti.

Poiché né il rotazione della Terra attorno al suo asse, né l'orientamento di questo asse, né l'orbita della Luna sono perfettamente regolari, la loro influenza accumulata sui movimenti nel nucleo è instabile e può far fluttuare la geodinamica. Questo fenomeno consente di spiegare alcuni impulsi di caldo nel nucleo esterno e al confine con lo strato di terra. Storicamente, questo potrebbe portare a picchi di fusione nel mantello profondo ed eventuali grandi eventi vulcanici sulla superficie del Terra. Questo nuovo modello evidenzia che l'influenza di Luna visita sulla Terra supera di gran lunga il semplice caso delle maree.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.