L'energia solare potrebbe dominare le rinnovabili entro il 2030

Energia solare

Per quanto riguarda l'energia pulita, il potere solare, a scapito di uno sviluppo molto rapido negli ultimi 5 anni, rimane relativamente marginale a livello globale, molto indietro rispetto al potere vento, biomasse e soprattutto energia idroelettrica. Grazie ai recenti progressi tecnici e ai progressi tecnologici in corso, l'energia solare è probabilmente quella delle energie pulite e rinnovabili che ha il maggior margine di progressione tra oggi e i prossimi decenni, e il più forte potenziale diventare la prima fonte di energia per l'umanità, prima della metà di questo secolo.

In termini di pannelli solare fotovoltaico, il tasso di conversione della luce in elettricità è un fattore chiave in termini di sviluppo e redditività. Questa soglia massima è appena passata al 46%, un nuovo record mondiale. Questo tasso è stato raggiunto da a cellula solare sviluppato congiuntamente da CEA-Leti, la società francese Soitec e l'Istituto Fraunhofer per i sistemi di energia solare in Germania.

Contrario a pannelli fotovoltaico oggi ampiamente utilizzati, queste nuove celle non sono in silicio, ma utilizzano altri semiconduttori, provenienti da materiali denominati III-V perché composti da elementi prodotti chimici classificato tra la terza e la quinta colonna della tavola periodica di Mendeleev.

Questi nuovi collezionisti I pannelli solari ad alte prestazioni sono costituiti da una sovrapposizione di più strati, ognuno dei quali reagisce alla luce ad una certa lunghezza d'onda. Un altro vantaggio, questo nuovo tipo di cella solare può essere prodotto con l'aiuto di a tecnologia perfettamente dominata dall'industria per 20 anni. Queste celle III-V possono quindi essere utilizzate su larga scala in grandi impianti solari situati in regioni tropicali o desertiche che hanno sol diretta.

Nell'uso effettivo, sul campo, le prestazioni saranno leggermente inferiori, ma dovrebbero superare il 40%. Un tasso di conversione energia ben al di sopra dell'attuale tasso medio del 25% delle ultime celle in silicio.

Da parte sua, il gruppo Armor ha presentato la sua ultima innovazione poche settimane fa, a film fotovoltaico sottili e organiche che dovrebbero permettere, a lungo termine, di trasformare molte superfici, oggi non sfruttate, in pannelli solari che producono energia elettrica.

Attingendo alla sua maestria nella chimica degli inchiostri e nelle tecnologie di stampa, Armatura ha sviluppato in associazione con Cambrios Technologies, a film organico fotovoltaico. Molto sottile, può adattarsi a qualsiasi tipo di superficie. Certamente, questo film solare ha attualmente una performance due volte e mezza inferiore a quella di un pannello classico, ma questo handicap è ampiamente compensato dalla sua facilità di produzione e installazione.

Con questi film solare flessibile, possiamo immaginare che tutti potranno, tra pochi anni, produrre in modo facile e permanente l'energia elettrica necessaria per i piccoli consumi, come quelli dei terminali e gadget elettronico per esempio. Inoltre, a differenza degli attuali pannelli rigidi in silicone, questi film flessibili non utilizzano terre rare, la cui estrazione rischia di esaurirsi in pochi anni.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.