Il boom del carbone per la siccità e lo stop alle rinnovabili

Impianto di carbone Nucleare (22,6%), eolico (19,2%) e termiche di carbone (17,4%) occupa le prime 3 tecnologie per generare elettricità nel 2017.

L'intensa siccità (con serbatoi al 38% della loro capacità massima) sta dando una rinascita al carbone. La scarsa piovosità ha ridotto il contributo della generazione idraulica all'impianto elettrico al 7,3% del totale.

Per questo motivo, la domanda deve essere compensata con carbone e gas (che hanno contribuito per il 31,1%, quasi un terzo della domanda).

Industria del carbone

Sfortunatamente, ciò significa un aumento delle emissioni di gas serra.

Un altro fattore sono le rinnovabili - la cui potenza installata non è aumentata nell'ultimo anno - hanno rappresentato il 33,7% della produzione di energia elettrica (era il 40,8% nel 2016).

energia eolica

Il mix energetico del 2017 è stato abbastanza stabile, sostenuto da energia nucleare ed eolica. Quest'ultimo è rimasto sugli stessi livelli del 2016 (19,2%). “L'energia eolica oscilla localmente e per fasce orarie, ma nel calcolo annuale la variabilità è bassa”, sottolinea Fernando Ferrando, presidente della Fundación Renovables.

Sfortunatamente, il calo di produzione idraulica ha posizionato questo settore in sesta posizione (è passato dal 14,6% al 7,3%).

Questa diminuzione è stata coperta dal carbone (passa dal 14,3% al 17,4% della domanda) e, in misura più piccola, per il gas.

impianto biogas

Nessun progresso è stato fatto in una transizione futura

Pedro Linares, professore della Cattedra di Energia e Sostenibilità presso la Pontificia Università di Comillas, sostiene che la transizione energetica dà sintomi bloccanti. "Se si riduce la disponibilità di acqua immagazzinata, risorsa sulla quale non abbiamo alcun controllo, e l'alternativa disponibile è carbone e gas, il risultato è un maggior peso dei combustibili fossili e più emissioni di gas",

Il professore aggiunge i vantaggi del vasto parco idraulico, perché "se c'è un'annata buona, la miscela elettrica è molto pulita". Inoltre, questo è un pilastro fondamentale per rafforzare o sostenere le fonti rinnovabili. Tuttavia, un'eccessiva dipendenza dall'acqua piovana causa la vulnerabilità del sistema, poiché il cambiamento climatico può rendere ripetitivi episodi di bassa produzione idraulica.

Transizione futura

Pertanto, nel caso in cui le risorse idriche crescano e diminuiscano, Linares ritiene che “bisogna cominciare a considerare come sostituire i combustibili fossili con energie rinnovabili, sostituendo prima il carbone e, successivamente, il gas, cosa necessaria per raggiungere il pieno decarbonizzazione dell'impianto elettrico ”. La chiave sarà determinare il tasso di sostituzione di questi combustibili fossili.

Gli esperti chiedono più energie rinnovabili per non dipendere dall'acqua piovana.

Le autorità e gli esperti ritengono necessario rompere il blocco stradale per realizzare una transizione energetica verso un modello più sostenibile. “Non puoi cambiare il modello da un giorno all'altro; ma se c'è volontà politica, tutto è possibile.

Il problema è che sono in gioco oligopoli e molti interessi.

Trump favorisce l'industria del carbone

Molti esperti ritengono: “L'argomento secondo cui, non piove, non c'è altra scelta che ricorrere al carbone e che, quindi, l'elettricità è più cara non è accettabile. Non possiamo darlo come qualcosa immutabile, come chi soffre in silenzio ”.

In diversi paesi, come Danimarca, Germania, Paesi Bassi tra gli altri ... non hanno smesso di investire nella ristrutturazione del loro sistema elettrico, il che significa "abbandonare il combustibili fossili e nucleare, e dare il via a un sistema basato sulle rinnovabili ”.

Parco eolico di Cepsa

"Ce ne sono molti Vantaggi di uno sviluppo tecnologico basato sulle rinnovabili e, inoltre, per i Paesi segnala un primato nel campo dell'economia ”.

Mega aste senza carbonio

Il Governo ha già sviluppato un piano per aumentare la presenza di fonti rinnovabili, attraverso un sistema di aste che ha già aggiudicato 8.737 nuovi megawatt di energia rinnovabile, per raggiungere quel 20% di energia essere rinnovabile nel 2020, come previsto dall'accordo di Parigi.

più energia rinnovabile

Prezzi della piscina

Attualmente i prezzi di produzione si aggirano sui 53 euro per megawattora (MWh), ma se guardiamo in giro per il mondo l'energia si può già ricavare da prezzi molto più bassiAd esempio, i 17 euro per MWh ottenuti nell'asta gratuita svoltasi poche settimane fa in Messico.

Ma secondo diversi esperti, “sono stati compiuti pochi progressi per raggiungere un mix di energia rinnovabile al 100%; sia eolica che solare sono paralizzati, e non ci sono piani per fare a meno del carbone e del nucleare "

centrale nucleare


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.