Idroponica

l'idroponica è una forma efficiente di piantagione

Esistono modi alternativi per coltivare piante diverse da terreni agricoli, giardini e vasi. Si tratta di colture idroponiche.

Cos'è l'idroponica?

L'idroponica è un metodo che consiste nell'uso di soluzioni per la coltivazione di piante invece di utilizzare il suolo. Esistono molti modi per utilizzare questa tecnica ed è molto utile. Vuoi sapere tutto sull'idroponica?

Caratteristiche di coltura idroponica

colture idroponiche

Quando usiamo questa tecnica per la semina, le radici ricevono una soluzione ricca di nutrienti necessari alla crescita e di concentrazioni equilibrate disciolte in acqua. Inoltre, questa soluzione possiede tutti gli elementi chimici essenziali per un buon sviluppo della pianta. Quindi, la pianta può crescere solo in una soluzione minerale, o in un mezzo inerte, come ghiaia, perlite o sabbia.

Questa tecnica è stata scoperta nel XIX secolo, quando gli scienziati hanno visto che i minerali essenziali vengono assorbiti dalle piante attraverso ioni inorganici disciolti nell'acqua. In condizioni naturali, il suolo funge da riserva di nutrienti minerali, ma il terreno stesso non è essenziale per la crescita della pianta. Quando i nutrienti minerali nel terreno si dissolvono in acqua, le radici della pianta sono in grado di assorbirli.

Poiché le piante sono in grado di incorporare i nutrienti in una soluzione, non è necessario un substrato per lo sviluppo e la crescita della pianta. Quasi tutte le piante possono essere coltivate utilizzando la tecnica idroponica, sebbene ve ne siano alcuni che risultano più facilmente e migliori di altri.

Usi idroponici

coltivazione di pomodori con la tecnica della coltura idroponica

Oggi questa attività sta raggiungendo un grande boom nei paesi in cui le condizioni per l'agricoltura sono avverse. Combinando l'idroponica con una buona gestione delle serre, i raccolti sono molto più alti di quelli ottenuti nelle colture all'aperto.

In questo modo, possiamo far crescere le verdure abbastanza velocemente e fornire loro cibo ricco di sostanze nutritive. La tecnica idroponica è semplice, pulito ed economico, quindi per l'agricoltura su piccola scala, questa è una risorsa molto interessante.

Ha anche raggiunto standard commerciali e alcuni alimenti, piante ornamentali e giovani piante di tabacco vengono coltivati ​​in questo modo per vari motivi che hanno a che fare con la mancanza di terreni adeguati.

Oggi sono molte le aree che hanno suoli contaminati da sversamenti o microrganismi che provocano malattie delle piante o utilizzando acque sotterranee che degradano la qualità dei suoli. Quindi, la coltivazione idroponica è una soluzione ai problemi del territorio contaminato.

Quando non usiamo il suolo come luogo in cui crescere, non abbiamo l'effetto tampone che fornisce un suolo agricolo. Tuttavia, hanno vari problemi con l'ossigenazione delle radici e non è qualcosa che può essere definito pulito su scala commerciale.

Ci sono molte persone che usano l'idroponica. Persone con tempo libero che vogliono intrattenere e indagare, per ricerche, per dimostrazioni agli studenti sull'essenzialità di alcuni elementi chimici, anche per chi vuole crescere in un contenitore o in una piccola vasca, per crescere in astronavi o per grandi dimensioni colture.

Classificazione e vantaggi offerti dall'idroponica

la soluzione idroponica viene ricircolata a tutte le colture

Le colture idroponiche si sono recentemente evolute date le modalità di utilizzo e l'impatto ambientale che provoca. Da un lato troviamo le forme aperto, che sono quelli che scaricano gli effluenti, e d'altra parte, abbiamo quelli chiusi, che riutilizzano la soluzione nutritiva come forma di protezione ambientale e maggiore economia nel suo utilizzo.

L'idroponica evita gli impedimenti e le limitazioni che presenta un suolo agricolo convenzionale. I terreni agricoli richiedono il substrato, materiale solido, erbicidi, fertilizzanti, pesticidi, ecc.

L'idroponica può avere un substrato inerte, se lo si desidera, come perlite, pomice, torba, ghiaia, ecc.

I sistemi idroponici erano inizialmente di tipo "aperto", in quanto non si considerava l'impatto ambientale dello scarico degli effluenti utilizzati in coltivazione. Una volta che hanno visto l'impatto dello scarico della soluzione sull'ambiente, sono stati sviluppati i metodi "chiusi". Questo metodo si basa sul riutilizzo di nutrienti per altre colture, evitando di generare impatti sull'ambiente.

L'idroponica offre molti vantaggi rispetto alle colture convenzionali:

  • Permette di coltivare indoor (balconi, terrazzi, cortili, ecc.)
  • Richiede meno spazio (è possibile realizzare installazioni sovrapposte per moltiplicare ulteriormente lo spazio)
  • Il periodo di coltivazione è più breve rispetto all'agricoltura tradizionale, poiché le radici sono a diretto contatto con i nutrienti, ottenendo una crescita straordinaria di fusti, foglie e frutti.
  • Richiede meno manodopera, poiché non è necessario lavorare la terra (rimuovere il terreno, effettuare trapianti, pulire le colture, ecc.)
  • Non c'è problema di erosione del suolo, come nelle colture tradizionali
  • Non è necessario applicare fertilizzanti, quindi le verdure prodotte sono organiche al 100%.

Il fatto non servono fertilizzanti è un grande vantaggio in termini di impatto ambientale. Come sappiamo, l'uso eccessivo di fertilizzanti azotati è una delle principali cause di eutrofizzazione delle acque  e contaminazione delle acque sotterranee. Evitando l'uso di fertilizzanti ridurremo gli impatti negativi sull'ambiente.

Uso di contenitori

la soluzione idroponica contiene i nutrienti necessari per la corretta crescita e sviluppo delle colture

Di recente è stato proposto l'uso di contenitori nei sistemi idroponici. Insieme a rese "esponenzialmente più elevate", l'uso di contenitori in coltura idroponica garantisce che anche tutti i sistemi di coltivazione useranno il 90% in meno di acqua rispetto a quella utilizzata nell'agricoltura convenzionale.

Quando si utilizza l'idroponica containerizzata, è necessario assicurarsi che l'acqua passi attraverso lo stesso punto ogni dodici minuti. In questo modo trasformeremo i raccolti in una fattoria portatile.

Se facciamo calcoli, usando l'idroponica, può essere raccolto da circa 4.000 a 6.000 unità vegetali settimanali (che ammonta a circa 50 tonnellate all'anno), che equivale a 80 volte il numero di unità che si ottengono nello stesso spazio utilizzando i sistemi di semina e raccolta convenzionali in agricoltura.

Come puoi vedere, l'idroponica è una tecnica sempre più diffusa, poiché non necessita di terreni agricoli e ottimizza risorse e spazi. Se estendiamo l'idroponica, daremo una pausa ai terreni agricoli che sono così sotto pressione a causa di fertilizzanti, aratri, erbicidi e altri prodotti chimici in eccesso utilizzati, contribuendo nel contempo a una riduzione dell'inquinamento.

Articolo correlato:
Colture idroponiche, cosa sono e come realizzarne una in casa

Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

2 commenti, lascia il tuo

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

  1.   Daniel suddetto

    Sarei interessato a sapere che tipo di sostanze nutritive trasportano le piante e dove vengono acquistate.

  2.   Anthony suddetto

    Dove si possono acquistare i tubi quadrati in pvc per poter iniziare o trattare in idroponica per uso familiare in argenrin?