Decontaminare l'acqua utilizzando nanorobot di grafene

grafene

Guidato da un campo magnetico, minuscoli tubi di grafene potrebbe immagazzinare metalli pesanti disciolti in a acqua inquinata. Tra le tante possibilità della nanotecnologia, alcune consentono di produrre miracoli che tra pochi decenni saranno pienamente possibili.

Un gruppo di ricercatori internazionali afferma che i nanorobot rivestiti con grafene potrebbe decontaminare acque contenente metalli pesanti. Questi lavori di ricerca dimostrano che è possibile rimuovere il 95% del piombo contenuto nell'acqua in un'ora.

El performance È interessante poiché va ricordato che la contaminazione da metalli come mercurio, cadmio e cromo, e non solo piombo, è un vero problema all'interno del contaminazione ambientale. Questo può derivare da attività industriali importanti come l'estrazione mineraria, la produzione di batterie o l'elettronica.

Per affrontare questa sfida, i ricercatori hanno fabbricato microoggetti cilindrici costituiti da strati con fori. Lo strato più interno è costituito da un tubo cavo di platino che reagisce con l'acqua che contiene. perossido di idrogeno. Queste microbolle di ossigeno si formano nel tubo e fuoriescono attraverso un'apertura.

Il tubo di platino è ricoperto da uno strato di nichel ferromagnetico, in modo che i tubi si comportino come micro-magneti in movimento. In questo modo è possibile dirigere le traiettorie con l'ausilio di campi magnetici variabili. Lo strato esterno che circonda il nichel È fatto di ossido di grafene ed è quello che cattura efficacemente gli atomi di piombo.

L'uso di campi magnetico Consente inoltre a questi microoggetti di essere spostati nell'acqua contaminata e di essere estratti una volta completata la raccolta dei metalli. Trattati con una soluzione acida, rilasciano il contaminanti e sono di nuovo pronti per essere utilizzati.

I risultati ottenuti suggeriscono che la procedura può essere utilizzata anche per estrarre altri metalli dal acque contaminati, e ad un costo molto inferiore rispetto alle altre tecniche finora utilizzate.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.