abitudini di riciclaggio

Cos'è il riciclaggio

In questo articolo ti diciamo tutto quello che c'è da sapere su cos'è il riciclaggio, quali sono i suoi vantaggi e quali caratteristiche ha.

termoplastici

Termoplastiche

Ti diciamo tutto quello che c'è da sapere sulle caratteristiche e gli usi dei termoplastici. Scopri di più qui.

sbarazzarsi dei libri

Cosa fare con i vecchi libri

Ti diciamo tutto ciò che devi sapere su cosa fare con i vecchi libri che non usi. Scopri di più sui suggerimenti qui.

contaminazione nucleare

Scorie radioattive

In questo articolo vi diciamo tutto quello che c'è da sapere sui rifiuti radioattivi e sulle loro caratteristiche. Scopri di più qui.

plastiche biodegradabili per inquinare di meno

Plastiche biodegradabili

Ti diciamo tutto ciò che devi sapere sulle plastiche biodegradabili e sui loro vantaggi. Ulteriori informazioni su questi prodotti.

riciclaggio di lattine di alluminio

Ricicla le lattine

Vi diciamo qual è l'importanza di riciclare le lattine e di depositarle nel contenitore giallo. Impara con esso qui.

materiali riciclabili da riutilizzare

Materiali riciclabili

Ti diciamo tutto ciò che devi sapere sui materiali riciclabili e su come vengono utilizzati. Scopri di più sul loro processo qui.

come è fatta la carta

Come è fatta la carta

Ti diciamo tutto ciò che devi sapere su come viene prodotta la carta e quali materie prime vengono utilizzate per essa.

punto pulito delle città

Cos'è un punto pulito

Vi diciamo l'importanza del punto pulito per la gestione dei rifiuti urbani. Scopri di più qui.

decorazioni natalizie riciclate

Decorazioni natalizie riciclate

Ti mostriamo le migliori idee e suggerimenti sulle decorazioni natalizie riciclate. Impara a dare la tua immaginazione e riciclare.

come fare il sapone fatto in casa

Come fare il sapone

In questo articolo vi mostriamo come fare in casa il sapone fatto in casa per riciclare l'olio esausto. Scopri di più qui.

ecoparchi mobili

Ecoparchi

Ti diciamo tutto ciò che devi sapere sugli ecoparchi e sui loro vantaggi. Ulteriori informazioni su questo modello di gestione dei rifiuti.

Plastica PET e riciclaggio

Plastica PET

In questo articolo vi diciamo tutto quello che c'è da sapere sulle plastiche PET e sulle loro caratteristiche. Scopri di più qui.

vermicoltura

Vermicoltura

In questo articolo vi diciamo tutto quello che c'è da sapere sulla vermicoltura, le caratteristiche e la biologia dei vermi.

tipi di plastica

Tipi di plastica

In questo articolo puoi trovare l'intera classificazione dei diversi tipi di plastica. Scopri la sua utilità e composizione qui.

The Ocean Cleanup

The Ocean Cleanup

In questo articolo spieghiamo in cosa consiste il progetto The Ocean Cleanup per pulire la plastica dagli oceani. Scopri di più qui.

Tappi in plastica

Riciclaggio di tappi in plastica

Riciclare i tappi di plastica è una delle migliori decisioni che puoi prendere sia per la solidarietà che per l'ambiente. Entra qui e scopri perché.

Zero sprechi

Zero sprechi

In questo articolo spieghiamo cos'è lo zero waste, cosa si propone di fare e come realizzarlo. Entra qui per conoscerlo in profondità.

Quando perdiamo i nostri rifiuti nei diversi contenitori di raccolta differenziata, cerchiamo di riuscire a sfruttare tutto il materiale possibile.  Il volume generale di rifiuti solidi urbani (RSU) che generiamo è sempre più alto.  Ogni anno vengono generati circa 25 milioni di tonnellate.  Molti di questi rifiuti possono essere valorizzati e recuperati.  Tuttavia, gli altri non possono essere facilmente separati e sapeva che il recupero è piuttosto complesso.  Per evitare che la maggior parte dei rifiuti finisca in discarica, si cerca di trovare un modo per gestirla.  Questo è ciò che chiamiamo recupero dei rifiuti.  In questo articolo vi racconteremo cos'è il recupero dei rifiuti, quanto è importante e come viene effettuato.  Che cos'è il recupero dei rifiuti? Della grande quantità di rifiuti urbani solidi che generiamo a fine anno, circa il 40% è perfettamente recuperabile.  Si tratta di rifiuti che vengono separati in contenitori per la raccolta differenziata o contenitori per la raccolta differenziata (link).  Una volta che questi rifiuti sono stati separati alla fonte, sono stati portati a diversi impianti di trattamento dei rifiuti.  È lì che possono essere trattati in modi diversi e dare una nuova vita e incorporazione dei rifiuti come un nuovo prodotto.  Ad esempio, nuove materie prime possono essere ottenute attraverso rifiuti di vetro, plastica, carta e cartone.  D'altra parte, il restante 60% di tutti i rifiuti che generiamo a fine anno non è così facile da separare e il suo recupero è più complesso.  Poiché non sono adatti al riciclaggio, dovrebbero essere portati in discariche controllate.  Nelle discariche non hanno un'altra vita utile, ma sono interrate.  L'unica cosa che può essere utilizzata da questi rifiuti è l'estrazione del biogas (link) che viene generato durante la sua decomposizione dai batteri anaerobici.  Per evitare che la maggior parte di questi rifiuti che non hanno una destinazione ben precisa finisca in discarica, si cerca di trovare un modo per gestirli per ottenerne dei benefici.  Questo è il recupero dei rifiuti.  La definizione ufficiale di recupero dei rifiuti si trova nella direttiva sui rifiuti 2008/98 / CE ed è la seguente: Operazione che ha perseguito l'obiettivo principale che i rifiuti possano servire a uno scopo utile per sostituire altri materiali che altrimenti sarebbero stati utilizzati per soddisfare un particolare funzione.  Si tratta di predisporre la residenza per adempiere a una particolare funzione, sia nelle strutture che nell'economia in generale.  Tipi di recupero dei rifiuti Quando si cerca il nuovo valore che un rifiuto può avere, ci sono diverse forme e analisi che devono essere fornite per prime.  La natura del resto deve essere analizzata, che tipo di funzione ha e che tipo di funzione gli verrà assegnata.  Andremo ad analizzare le diverse tipologie di recupero dei rifiuti esistenti: • Recupero energetico: questo recupero avviene grazie ad un'attività chiamata incenerimento dei rifiuti.  Durante questo incenerimento tutti i rifiuti vengono bruciati e se ne ricava in piccole quantità e l'energia che proviene dai materiali in essi contenuti.  Nel caso dei rifiuti domestici, vengono utilizzati in un modo o nell'altro a seconda dei livelli di efficienza energetica nel processo.  Dobbiamo valutare se l'energia che utilizziamo per incenerire questi rifiuti è maggiore o minore di quella che genereremo con l'incenerimento stesso.  Uno dei combustibili ottenuti da questo processo è il combustibile solido recuperato (CSR).  • Recupero materiale: è un tipo di recupero in cui si ottengono nuovi materiali.  Si può dire che è come riciclare parte di questi rifiuti per evitare l'utilizzo di nuove materie prime.  Ricordiamo che, se riduciamo il consumo di materie prime, ridurremo lo sfruttamento eccessivo delle risorse naturali (link) e gli impatti sull'ambiente.  Per questo motivo, una delle valutazioni più importanti è la valutazione materiale.  In questo tipo di recupero i materiali che vengono valorizzati sono gli imballaggi leggeri, la carta, il cartone, la materia richiesta e organica.  Con questi materiali si valuta se è possibile effettuare qualche tipo di compostaggio o digestione anaerobica.  Come ultima opzione, se non c'è altro modo per recuperare questi rifiuti, vengono inviati a discariche controllate dove finiscono per essere smaltiti.  Questo rilascio deve essere sicuro e devono essere adottate determinate misure per garantire la protezione della salute umana e dell'ambiente.  Recupero dei rifiuti in Spagna Il nostro Paese ha realizzato diversi studi che mostrano come i Paesi dell'Unione Europea gestiscono i rifiuti solidi urbani.  In questi studi si possono osservare le percentuali di rifiuti destinati a compostaggio, incenerimento, riciclaggio e discarica.  Ogni destinazione è selezionata per vari tipi di rifiuti.  La prima cosa che si prova con ogni spreco è valorizzarli per ricavarne un profitto.  Nel caso in cui non si possa ottenere alcun tipo di beneficio economico o prodotto, i rifiuti vengono destinati ad una discarica controllata da cui può essere estratto solo biogas.  La Spagna, rispetto ad altri paesi come Germania, Danimarca o Belgio, assegna un'alta percentuale di tutti i rifiuti alla discarica controllata.  Questa percentuale è del 57%.  Come puoi vedere, è una cifra troppo alta.  L'obiettivo di una corretta gestione dei rifiuti è valorizzarli per ridurre l'utilizzo di materie prime.  La Spagna non ha una buona gestione dei rifiuti in questo senso.  Questo studio rivela anche che solo il 9% di tutti i rifiuti va all'incenerimento.  Con questi dati si può concludere che la Spagna non sfrutta l'energia contenuta in questi rifiuti e utilizza nuove materie prime che potrebbero essere sostituite da questi materiali riciclati.  Il recupero dei rifiuti è una tecnica sempre più utilizzata poiché può dare un valore economico ai rifiuti.  Dobbiamo avere la visione degli imprenditori in cui se un rifiuto non fornisce alcun vantaggio, non verrà riutilizzato o riciclato.  Per questo è necessario pensare che il recupero dei rifiuti sia uno strumento economico.

Recupero dei rifiuti

In questo articolo vi mostriamo cos'è il recupero dei rifiuti e come viene effettuato. Ulteriori informazioni sulla gestione dei rifiuti qui.

Tavoli riciclati

Impara a riciclare i mobili

In questo articolo vi mostriamo alcune idee molto originali per imparare a riciclare i vecchi mobili in casa. Non perderlo!

Carta riciclata

Carta riciclata

In questo articolo ti mostriamo il problema del consumo di carta nel mondo e ti insegniamo passo passo come riciclare la carta a casa.

Come sappiamo, il cartone è diventato o sta diventando un materiale perfetto per realizzare mobili.  Anche se a prima vista questo può sembrare contraddittorio, i mobili in cartone esistono e stanno acquisendo sempre più rilevanza.  La cosa più normale è pensare che questi mobili non possono sostenere grandi quantità di peso perché sono realizzati con un materiale un po 'meno resistente.  Tuttavia, il cartone trattato appositamente per la produzione di mobili è un materiale resistente, economico e sostenibile.  In questo articolo spiegheremo tutte le caratteristiche dei mobili in cartone, nonché i suoi principali vantaggi e svantaggi.  Mobili in cartone e ambiente Tra le principali preoccupazioni che attualmente abbiamo sull'ambiente c'è la sua conservazione e il corretto utilizzo delle risorse naturali (link).  Per edilizia, industria, ecc.  È importante ottenere materiali che, durante la loro estrazione e utilizzo, contaminino il meno possibile.  Il dispendio energetico che deve essere utilizzato nella sua costruzione e utilizzo deve essere controllato, poiché allora sarebbe lo stesso problema.  Il riciclaggio è una delle opzioni principali che puoi avere per riutilizzare materiali che non hai altra opportunità come prodotto.  Molte delle idee sono dedicate all'upcycling (link).  Tuttavia, i mobili sono stati associati al legno per tutta la vita ed è difficile cambiare la mentalità che oggetti o materiali riciclati possono servire bene per questi usi.  Come stiamo provando in questo secolo, l'innovazione gioca un ruolo fondamentale nello sviluppo delle idee e nella fabbricazione di nuovi prodotti.  Ad esempio, i mobili in cartone sono una rivoluzione che metterà a tacere più di un dubbio su di esso e sulla sua utilità.  È possibile progettare e realizzare mobili di ogni genere con cartone riciclato, poiché, anche se la pensate diversamente, è un materiale abbastanza resistente.  Caratteristiche principali Il cartone è un materiale composto da più strati di carta sovrapposti.  Questo gli conferisce una forza maggiore rispetto alla carta comune.  L'aspetto del cartone è delimitato dallo strato superiore che è quello che vediamo ad occhio nudo.  Le loro finiture possono essere diverse e possono essere sia stampate che verniciate.  Grazie alle caratteristiche intrinseche del cartone, possiamo realizzare progetti di mobili piuttosto interessanti che non solo assolvono alla loro funzione di riporre oggetti, ma forniscono anche una forte e innovativa decorazione domestica.  Ovviamente i mobili in cartone devono essere tenuti il ​​più lontano possibile dall'umidità o dal contatto diretto con l'acqua.  Come prevedibile, non sono presenti mobili da cucina in cartone, dove normalmente l'acqua è presente quotidianamente.  Il risultato di realizzare progetti di mobili in cartone è abbastanza divertente e divertente.  Sono mobili che puoi fare da solo o acquistarli già fatti.  Per i più avventurosi o hobbisti, questa è un'ottima opzione per realizzare i propri mobili e non morire provandoci.  Per ottenere bellissimi design, scarica semplicemente i modelli PDF di alcuni progetti di mobili di grande successo online.  Alcuni di questi modelli sono gratuiti, ma altri devono essere pagati.  Lo svantaggio di questo materiale è che dura meno del legno o dell'alluminio.  Ma ovviamente, dopo tutto, ci si può aspettare che sia cartone.  Normalmente, la frequenza con cui dobbiamo sostituire i mobili è maggiore rispetto ai comuni mobili in legno o alluminio.  Tuttavia, è ancora più economico, non danneggia l'ambiente e non inquina nulla.  Si può dire che, valutando i costi di tutti i livelli, i mobili in cartone sono molto più economici.  Un'opzione sostenibile Se non sei appassionato di artigianato o semplicemente non ne hai voglia o non hai tempo di andare in giro a fare i tuoi mobili, un'opzione molto sostenibile è cercare mobili in cartone già fatti da solo.  Ci sono migliaia di modelli realizzati e venduti come se fosse un comune mobile.  Questo perché i mobili in cartone stanno diventando un materiale di tendenza.  Ad esempio, ci sono negozi che ti permettono di scegliere mobili per la cameretta dei bambini.  Ci sono tavoli, sedie, mobili, cassettiere, ecc.  In questo modo, non solo aiuterai l'ambiente non inquinando o deteriorando le risorse naturali, ma darai anche ai bambini una buona educazione sin dalla tenera età sulle questioni ambientali e di conservazione.  Ci sono scaffali a forma di albero, sedie ben rifinite, ecc.  Possiamo trovare mobili con più stile di quelli comuni e ad un prezzo molto buono.  Il lato positivo di ciò è che, sebbene debbano essere cambiati più frequentemente, ciò aiuta a non avere la casa sempre arredata allo stesso modo per il dolore di buttare via i mobili nuovi.  Vengono prodotti anche mobili più complessi con scaffalature modulari.  Di solito sono leggeri ma abbastanza resistenti e funzionali.  Puoi personalizzare lo spazio di archiviazione a tuo piacimento.  Molte aziende stanno già scommettendo sul cartone riciclato per alcuni dei loro mobili.  Anche se sembra che non sia utile, le poltrone o le consolle sono realizzate con una cornice di materiale di cartone riciclato.  Alcune costruzioni sono perfette da posizionare nelle camere da letto, negli ingressi o in qualsiasi parte della casa.  Questi materiali daranno un tocco moderno e innovativo alla tua casa mentre puoi essere certo che sono totalmente sostenibili.  Vantaggi e svantaggi dei mobili in cartone I principali vantaggi si possono trovare in: • È totalmente sostenibile, quindi non inquina l'ambiente né deteriora le risorse naturali.  • Sono abbastanza resistenti.  • I loro modelli possono essere innovativi e con un ottimo design.  • È possibile rinnovare di tanto in tanto la decorazione della casa.  • Puoi farli da solo.  D'altra parte, gli svantaggi dei mobili in cartone sono: • Durano meno, quindi devono essere cambiati più frequentemente.  • Non supportano luoghi umidi, tanto meno acqua.  • Alcuni modelli non hanno la piena utilità che può avere un mobile convenzionale.

Mobili in cartone

In questo articolo vi mostriamo cos'è un mobile in cartone e le sue caratteristiche principali. Puoi conoscere la decorazione sostenibile.

Ci sono molti simboli di riciclaggio sui prodotti che acquistiamo.  Ci sono molti loghi e capirli tutti è più complicato.  Nello yogurt ce n'è uno, nel mattone ce n'è un altro, in borraccia un altro ... Ognuno significa qualcosa ed è indicativo per il riciclo.  Tra questi simboli troviamo il punto verde.  Cosa significa questo punto e quanto è utile per il riciclaggio del prodotto?  In questo articolo vi racconteremo tutte le caratteristiche del punto verde e l'importanza che ha per il riciclaggio.  Cos'è il punto verde La prima cosa è sapere cos'è il punto verde e riconoscerlo ad occhio nudo.  L'immagine suppongo, per te o per chiunque, sia sconosciuta.  Questo simbolo esiste da molto tempo da quando il riciclaggio è cresciuto in importanza.  È un cerchio composto da due frecce che si intersecano attorno a un asse verticale.  In un colore verde più chiaro è la freccia sul lato sinistro e in un colore più scuro la data nella giusta direzione.  Normalmente, nel formato standard in cui si trova la maggior parte dei prodotti, ha il simbolo del marchio.  I colori ufficiali sono Pantone 336 C e Pantone 343 C, e si consiglia di utilizzarli quando la confezione o l'etichetta del prodotto è stampata in quattro colori.  Questo simbolo è utilizzato e può essere visto anche quando è presente un prodotto su uno sfondo bianco o colorato.  Probabilmente hai visto questo simbolo molte volte.  Ma cosa vuol dire?  Te lo spiegheremo in modo più dettagliato.  Cosa significa La funzione di questo simbolo è la più semplice ma è indicativa.  Significa che il prodotto con il punto verde verrà riciclato una volta che diventa rifiuto e abbandona il ciclo di vita dei prodotti.  L'azienda responsabile di detto prodotto ha un sistema integrato di gestione dei rifiuti (SIG) a cui paga affinché possa riciclare il prodotto.  Cioè, quando vedi una bottiglia di plastica con un punto verde, significa che questo prodotto verrà riciclato dopo essere stato utilizzato.  È un simbolo che stabilisce una certa garanzia e che indica che le aziende sono responsabili degli imballaggi che generano.  Inoltre, queste aziende devono rispettare la Direttiva Europea 94/62 / CE e la legge nazionale 11/97 sugli imballaggi e sui rifiuti di imballaggio.  Normalmente, questo punto verde appare solitamente in contenitori di plastica, metallo, cartone, carta e mattoni.  Sono i residui più comuni che portano questo simbolo.  Il sistema integrato di gestione dei rifiuti che gestisce i prodotti che portano questo simbolo e il loro corrispondente riciclaggio in Spagna è Ecoembes.  Appaiono anche in contenitori di vetro come bottiglie, ecc.  In questo caso il sistema integrato di gestione dei rifiuti è Ecovidrio.  Affinché i rifiuti possano portare il punto verde, devono soddisfare determinati standard stabiliti.  In questo modo, ciò che si intende è che la sua identificazione sia facilitata e la sua leggibilità al consumatore finale sia più facile.  Gli standard che il prodotto deve soddisfare sono: • Non può essere modificato in alcun modo.  • La stampa deve essere eseguita rispettando l'integrità del prodotto.  • Le proporzioni devono corrispondere a quelle del contenitore.  • Non può essere completato con elementi grafici.  • Non può essere modificato senza l'autorizzazione di Ecoembes.  Origine e importanza del punto verde L'origine di questo punto verde risale al 1991.  Fu creata in quell'anno da una società senza scopo di lucro tedesca ed è stata ufficialmente iscritta come emblema per la direttiva europea sugli imballaggi e sui rifiuti nel 1994.  È arrivato in Spagna nel 1997, quando Ecoembes ha firmato un accordo con Pro Europe per poter concedere in licenza l'uso esclusivo del marchio punto verde nel paese.  L'importanza di questo simbolo risiede nell'importanza delle 3R (collegamento).  Il primo è ridurre.  L'ambiente familiare è quello che deve cambiare le abitudini di consumo se si vogliono davvero ottenere risultati concreti.  Ad esempio, ridurre il consumo di prodotti di cui non abbiamo bisogno è di vitale importanza per ridurre l'uso di materie prime per la produzione.  Questo aiuta a ridurre l'impatto ambientale e l'inquinamento.  Altrimenti, nessuno di tutti questi simboli avrà senso.  L'altra R importante è riutilizzare.  Anche un prodotto con il punto verde può essere riutilizzato.  Ad esempio, le bottiglie d'acqua possono essere riempite più volte prima di essere smaltite come rifiuti.  Questo ci aiuterà ad allungare la vita utile dei prodotti prima di doverli riciclare o lasciarli come rifiuti.  Infine, la terza R è riciclare.  Il riciclaggio, anche se è la più conosciuta e citata, dovrebbe essere la regola meno importante.  Questo perché, sebbene grazie al processo di riciclaggio possiamo ottenere un nuovo prodotto dai rifiuti come materia prima, nel processo utilizziamo energia, macchinari ed è anche contaminato.  Ordine di importanza delle R Affinché il punto verde abbia un senso nei prodotti, le 3R sono un fattore molto importante.  La cosa più importante è ridurre.  Ovviamente, con la riduzione del consumo di prodotti, le grandi aziende non vedono i vantaggi della riduzione delle loro vendite.  È un po 'contraddittorio nel modello economico che abbiamo oggi.  Se dobbiamo produrre per guadagnare, dobbiamo anche riciclare per avere più materie prime.  La riduzione è la R più importante dal punto di vista ambientale.  Tuttavia, è il meno conveniente dal punto di vista economico.  Nel caso di aziende che pagano questi sistemi di gestione integrata dei rifiuti, si fanno impegnare che, una volta data la funzione che hanno di prodotto, i rifiuti siano correttamente trattati e riciclati.  È una garanzia che, come azienda, non stai inquinando con i prodotti che stanno realizzando.  Inoltre, hai la certezza che, con i rifiuti e il loro riciclo, possono dargli una nuova vita come nuovi prodotti.

Green Point

Scopri tutto ciò che devi sapere sull'importanza del punto verde. Entra qui per saperne di più su questo simbolo del riciclaggio.

Ricicla i vestiti

In questo articolo ti insegniamo le tecniche più originali per riciclare i vestiti in casa e dar loro un nuovo uso. Non perderlo!

Rifiuti solidi

I rifiuti solidi sono quelli che vengono generati quotidianamente in tutto il mondo. In questo post spieghiamo la loro classificazione e come vengono gestiti.

Ricicla la plastica

Ricicla la plastica

In questo articolo spieghiamo in modo molto dettagliato come riciclare la plastica in modo corretto. Entra qui per rispondere alle tue domande.

Contenitore della spazzatura grigio

Contenitore grigio

Non sei sicuro di quali rifiuti vengono depositati nel contenitore grigio? In questo articolo te lo spieghiamo in dettaglio. Entra e scoprilo.

upcycling

Recupero

L'upcycling è una tecnica di riciclaggio in cui diamo una maggiore utilità ai rifiuti di quanto non fosse in origine. Qui spieghiamo tutto in dettaglio

Contenitore marrone

Contenitore marrone

In questo articolo potrai risolvere tutti i dubbi sul contenitore marrone. Imparerai cosa devi lanciargli contro e cosa viene usato con esso.

Importanza del 3 °

Il terzo

In questo post vi mostriamo in modo dettagliato gli aspetti principali del 3r. In questo modo spieghiamo come ridurre, riutilizzare e riciclare.

Contenitore giallo

Contenitore giallo

Spieghiamo le tipologie di rifiuti da depositare nel contenitore giallo. Entra per conoscere gli errori più comuni e alcune curiosità.

Bottiglie di vetro

Riciclaggio di bottiglie di vetro

Il riciclaggio delle bottiglie di vetro è all'ordine del giorno. In questo articolo potrai conoscere qual è il suo processo di riciclaggio e i dubbi che sorgono.

idee per riciclare le bottiglie di plastica

Ricicla le bottiglie di plastica

In questo post puoi imparare numerose idee su come riciclare le bottiglie di plastica e dare loro una seconda possibilità. Vuoi sapere di più?

simboli di riciclaggio

Simboli di riciclaggio

In questo post potrai conoscere tutti i tipi di simboli di riciclaggio esistenti e il significato di ognuno di essi. Li vuoi conoscere?

Rifiuti plastici mediterranei riciclati in vestiti

200 pescherecci spagnoli hanno iniziato a raccogliere rifiuti di plastica nel Mar Mediterraneo. Una fabbrica di Madrid intraprenderà il riciclaggio di questi rifiuti per realizzare un tessuto per un marchio di abbigliamento.

La produzione mondiale di plastica

La produzione mondiale di plastica aumenta ogni anno (288 milioni di tonnellate, vale a dire più del 2,9% nel 2012), in rapporto diretto con la crescita della popolazione e, di conseguenza, con un aumento della quantità di rifiuti.

Riciclaggio dei rifiuti di carta e cartone

Carta e cartone sono fatti di legno, maggiore è la quantità di carta e cartone consumati e maggiore è la distruzione delle foreste. Il vantaggio della carta e del cartone è che può essere recuperato e riciclato per produrre altre carte e cartoni.

La durata della vita dei rifiuti in natura

Lo smaltimento dei rifiuti in natura ha molte conseguenze che non sappiamo affatto come misurare ... ed è che di solito durano più a lungo di quanto pensiamo fino a quando non vengono distrutti.

Rendi l'acqua meno inquinata

Se è vero che le industrie o gli agricoltori sono spesso accusati di inquinamento dell'acqua, anche gli utenti privati ​​hanno la loro parte di responsabilità.

Vantaggi del riciclaggio dell'olio

Quando versiamo olio da cucina o olio per auto nel lavandino, stiamo danneggiando i mari e gli oceani poiché forma una pellicola impermeabile che blocca il passaggio del sole e lo scambio di ossigeno dalla vita marina.

Punti puliti

Cosa possiamo portare ai punti puliti

I Clean Point sono luoghi distribuiti in tutte le città della Spagna dove puoi portare i rifiuti che non devono essere lasciati nei contenitori perché molto pericolosi per l'ambiente.

Raccolta dell'acqua piovana

Come sfruttare l'acqua piovana

L'acqua piovana può essere utile per vari usi in casa, puoi raccoglierla e canalizzarla per ridurre il consumo di acqua potabile in casa, aiutando l'ambiente.

Stampanti ecocompatibili

La stampa su carta continua a preoccupare l'ambiente. Oltre alle campagne di risparmio, le aziende stanno cercando di sviluppare tecnologie che consentano loro di utilizzare meno carta e inchiostro.