Autostrade con tetti solari

 

coperture solari

Il mondo ha messo le batterie nella ricerca del come sfruttare al massimo l'energia pulita. In questo contesto, questo imponente progetto chiamato "Serpente solare", ideato dall'architetto Mans tham per la città di Los Angeles.

Coprire strade, autostrade e ferrovie con coperture solari fotovoltaiche È già un'opzione con l'installazione dispari in funzione, come nel caso di una linea ferroviaria ad alta velocità in Belgio coperta dalla società Enfinity e inaugurata nel giugno 2011.

In altre parti del pianeta è studiato come soluzione per la manutenzione delle infrastrutture di trasporto senza aumentare le tasse e come mezzo per produrre energia pulita senza intaccare il paesaggio. Mans tham è l'architetto e urbanista svedese che ha proposto e sviluppato il progetto di tetti solari per autostrade.

L'architetto e urbanista svedese ha incarnato un progetto applicabile in tutte le aree con molte ore di sole all'anno, che consiste in sfruttare le autostrade per dotarli di tetti solari che producono energia, ridurre i costi di manutenzione stradale, abbassare il consumo di aria condizionata nei veicoli, migliorare la sicurezza stradale e il rischio di incidenti e catturare la CO2 generata dai tubi di scappamento.

solare

Olivier Daniélo ha pubblicato uno studio documentato del progetto Mans Tham nel febbraio 2016 sul sito francese Techniques-Ingenieur, in cui sono dettagliati i vantaggi e il risparmio del serpente solare per le strade, come il suo autore chiama il tetto che abbiamo commentato. Tetti solari che fungono da barriera contro l'inquinamento acustico per le aree abitate vicine, supporto per luci e segnaletica verticale, raccolta dell'acqua piovana e molti altri risparmi derivati ​​come la riduzione del consumo di carburante dei veicoli riducendo l'impatto del vento, pioggia, grandine o neve.

Il fastidio causato dal sole all'alba e al tramonto sarebbe in gran parte evitato, così come il surriscaldamento dei motori in zone ad alta insolazione come deserti e paesi più caldi. Tutti i vantaggi menzionati si contrappongono alla mancanza di volontà politica di intraprendere cambiamenti trascendentali per la maggioranza a causa della pressione dei settori industriali che ne risentirebbero nel loro reddito: società di manutenzione stradale, società elettriche, società di costruzioni di opere pubbliche che contemplano alternative come i pannelli solari installati su strada.

I governi dovrebbero studiare e analizzare il progetto.

Con la proposta svedese, lo Stato o le società concessionarie autostradali trasformerebbero queste infrastrutture di trasporto in una nuova fonte di reddito indipendentemente dai pedaggi, che contribuirebbero ai costi di manutenzione di queste opere pubbliche. Sul sito web di Mans Tham troverete i calcoli della produzione di elettricità per chilometro di autostrada e la sua redditività.

La soluzione è valida anche per tutti i tipi di infrastrutture stradali: strade, ferrovie, ponti, piste ciclabili, piste per sport all'aria aperta, a cui si potrebbero aggiungere ai lati pale eoliche verticali che sfruttano il vento della zona e l'aria spostata dai veicoli.

pannelli autostradali

Comuni e governi convertiranno il suolo pubblico delle loro infrastrutture in centri di produzione di energia redditizi, ridurrebbero al minimo il loro esborso per la fornitura di energia elettrica e creerebbero migliaia di posti di lavoro per il mantenimento di questa seconda pelle del territorio che contribuirebbe a combattere il cambiamento climatico e le sue conseguenze.

Mans Tham ha calcolato che una tale struttura lunga 24 chilometri per 40 metri di larghezza potrebbe generare fino a 115 MW, energia sufficiente per soddisfare le esigenze di 40.000 persone.

Più rispettoso dell'ambiente.

Il progetto riutilizza anche la grande quantità di CO2 prodotta dall'autostrada per il possibile impianto di allevamenti di alghe lineari in grado di generare prodotti di carburante verde. Ciò potrebbe riattivare le aree circostanti la strada.

serpente solare

Un'idea, una visione che sembra un sogno, ma nel presente viviamo i sogni dei nostri antenati, non ci resta che aspettare e poter vivere abbastanza a lungo per vedere cose come l'idea di Mans Tham.

 


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.