Pamplona sovvenzionerà l'autoconsumo per le abitazioni abituali

l'autoconsumo in Spagna è danneggiato dalle tasse in eccesso

Sfortunatamente, non è comune trovare programmi di aiuto autoconsumo fotovoltaico Nel nostro Paese. Ecco perché la notizia che il consiglio comunale di Pamplona lancerà un'iniziativa per incoraggiare l'autoconsumo tra la gente di Pamplona.

Il consiglio comunale della capitale della Navarra ha presentato il Piano d'azione per l'energia. Un progetto che avrà un budget di 926.250 euro volto a creare una città con un modello più sostenibile ed efficiente, e ridurre la dipendenza energetica della città.

Piano d'azione per l'energia

L'obiettivo di questo programma è incoraggiare la produzione di energia rinnovabile in tutti i tipi di edifici, sia privati ​​che pubblici. Combatti la povertà energetica e riduci l'energia domanda di energia, per cercare di promuovere il risparmio energetico e l'efficienza energetica.

autoconsumo

autoconsumo

Da questo piano possiamo evidenziare il suo obiettivo di aumentare gli impianti fotovoltaici nelle abitazioni domestiche e private, presentando così un aiuto al autoconsumo per abitazioni private.

Il piano d'azione per l'energia di Pamplona ha 22 misure, il piano stesso avrà un investimento di € 926.250 e verrà eseguito nel corso del prossimo anno.

autoconsumo elettrico domestico

5 di queste 22 misure saranno finalizzate a promuovere l'autoconsumo nelle abitazioni private, a fornire strutture e un accesso più diretto pannelli fotovoltaici, per generare elettricità dalla radiazione solare.

energia solare

L'obiettivo di queste 5 misure è ridurre il domanda di energia di Pamplona in edifici privati. Ma ciò che viene promosso è l'autoconsumo fotovoltaico e il risparmio energetico nelle abitazioni, non è contemplata l'opzione di vendere l'energia in eccesso alla rete.

Celle solari

a motivare Che i cittadini investano in un impianto fotovoltaico per autoconsumo, l'amministrazione comunale presenterà una linea di aiuti ai privati.

Non conoscono ancora l'intera lettera poco del progetto, ma è previsto che fino al 50% dell'impianto possa essere sovvenzionato.

Inoltre, 7 delle 22 misure sono orientato ad aumentare energie rinnovabili e autoconsumo a Pamplona negli edifici comunali, contemplando l'idea di autoconsumo condiviso negli edifici ufficiali.

Un'altra azione è migliorare il modello energetico e diminuire la tua domanda energia della città, per questo l'educazione energetica sarà promossa nei suoi cittadini.

Per questo, diverse conferenze saranno tenute negli edifici comunali, nelle scuole, negli istituti e nell'università. Inoltre, si tengono diversi seminari per aiutare abbassare la bolletta della luce, promuovere il risparmio e sensibilizzare sui problemi ambientali attuali e futuri.

Pamplona non è l'unica

Il Cabildo de La Palma stanzierà 200.000 euro in aiuti per il autoconsumo I privati ​​dovranno installare un piccolo impianto fotovoltaico nella loro casa.

A differenza di quanto accade nella Spagna continentale, gli aiuti sono destinati alle persone che scommettono su questo energie rinnovabili con potenze uguali o inferiori a 10 kW di potenza.

Scopo dell'aiuto, infatti, è realizzare progetti di produzione di energia elettrica attraverso impianti a pannelli fotovoltaici per l'autoconsumo in quelle abitazioni che, con connessione di rete di distribuzione, desiderano ridurre i consumi e contribuire al risparmio energetico.

Il ministro della promozione economica, del commercio, dell'energia e dell'industria del Cabildo de La Palma, Jordi Pérez Camacho, sottolinea la grande opportunità che questi subvenciones Sono per tutte le famiglie che credono nelle energie rinnovabili, e in questo modo aiutano la sostenibilità dell'isola.

L'Unione Europea spinge per il cambio di paradigma

Il Parlamento Europeo si impegna a promuovere l'autoconsumo di energie rinnovabili in tutti i Paesi dell'Unione Europea, oltre a sollecitare gli Stati a "garantire che i consumatori avere il diritto di diventare autoconsumatori di energie rinnovabili ”.

Per questo, tutti i consumatori devono essere autorizzati "a consumarsi e vendere la loro produzione in eccesso di elettricità rinnovabile, senza essere soggetti a procedure e oneri discriminatori o sproporzionati che non riflettono i costi.

Il Congresso ha approvato un emendamento che chiede di consentire il consumo di energia elettrica da fonti rinnovabili di propria produzione e che rimanga all'interno dei propri edifici "senza essere soggetta a tasse, canoni o tributi di alcun genere". Questo emendamento ha ricevuto 594 voti a favore, 69 contrari e 20 astensioni.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.