Igroelettricità, trae energia dall'umidità dell'aria.

igroelettricità

Diversi ricercatori hanno avviato lo studio sulla possibilità di estrarre energia dall'umidità dell'aria, allo stesso tempo che servirebbe a prevenire i danni causati da fulmini e temporaliSì, potrebbe essere un dato di fatto in un futuro non troppo lontano, anche se c'è ancora molta strada da fare per perfezionare questo sistema, per una commercializzazione sicura.

Fernando Galembeck, ricercatore presso l'Università di Campinas in Brasile, afferma e assicura che sarà in grado di trasformare l'elettricità trasmessa nell'aria in un energie rinnovabili efficiente ed ecologico. Un esperimento condotto da questi ricercatori brasiliani è stato quello di caricare un ambiente umido in cui circolavano particelle di silice e fosfato di alluminio, in cui energia accumulata ed è stato trasformato in altri materiali. A sua volta, questo fatto ha confermato che le gocce di umidità nell'ambiente sono piene di elettricità, contrariamente a quanto si pensava in precedenza.

Potrebbero essere installati in luoghi molto umidi, collettori igroscopici, che assorbirebbe energia e sarebbe utilizzabile in case, fabbriche, negozi, grandi superfici, ecc. Anche in luoghi dove ci sono tempeste più frequenti, questi collettori di energia sarebbero installati assorbire l'elettricità y evitare scariche elettriche, che produce morti e perdite materiali.

Un'idea avanzata anche da evitare cavi elettrici, e in cui l'elettricità potrebbe essere trasmessa dalle onde, come hanno fatto finora la radio, la televisione, il telefono, ecc. Il perfezionamento di questo esperimento potrebbe significare la generazione di una nuova energia rinnovabile che rispetti l'ambiente. ambientee, a sua volta, evitare i pericoli creati dai fulmini.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Un commento, lascia il tuo

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

  1.   Abel suddetto

    Per me sorgono grandi incognite.
    Vorrei sapere se questa procedura interessa le nuvole?
    alla sua formazione naturale, autonomia, qualità o durata?
    Sappiamo che regolano gli ecosistemi fornendo acqua per tutti i tipi di vita.
    Tra le altre cose, aiutano a prevenire il surriscaldamento del pianeta.
    Condivido l'urgente necessità di passare a energie rinnovabili non inquinanti;
    ma penso che questo danneggerà le nuvole, danneggiando la loro creazione e qualità.
    Una quantità minore di nuvole ci porterà problemi peggiori:
    accelerare ulteriormente il riscaldamento globale e distruggere
    fertilità del suolo (giungle, foreste, raccolti, bestiame),
    fiumi (vita acquifera, siccità), ecc. trasformandoli in aree desertiche.
    Voglio pensare che questa non sia un'altra faccenda di qualche opportunista;
    che per ottenere finanziamenti e grandi profitti inganna le persone,
    con argomenti avallati da un gruppo di scienziati mercenari.
    Vorrei sottolineare qualcosa di più importante, per informare e discutere:
    Dico che solo le energie pulite a zero emissioni non sono sufficienti.
    Se continuiamo a iniettare sempre più energia, deve uscire da qualche parte ...
    Voglio dire che la temperatura si accumulerà in grandi quantità,
    logorando e perforando ancora di più la nostra amata atmosfera.
    Forse l'energia può essere aggiunta all'infinito senza influire
    ambiente; anche se rinnovabile e pulito?
    Ricordo un palloncino che viene fatto esplodere o una pentola a pressione scoperta.