L'Australia elimina i premi alle energie rinnovabili per ridurre la bolletta dell'elettricità

Materiale LPP per pannelli solari

Il governo australiano ha annunciato che i premi per il settore delle energie rinnovabili sarà cancellato, nell'ambito di un piano energetico che mira a ridurre le tariffe e garantire l'approvvigionamento «economico» di aziende e privati.

Al posto degli aiuti attuali, avvierà un piano chiamato "Garanzia Energetica Nazionale" per incoraggiare i distributori del settore acquistare potenza di carico di base, oltre a utilizzare ogni anno una maggiore quantità di energia non inquinante.

La misura, che si basa sulle raccomandazioni dell'Energy Safety Board, fornirà "elettricità più economica e affidabile, consentendoci nel contempo di rispettare i nostri obblighi internazionali«, Hanno assicurato il ministro dell'Energia, John Frydenberg e il primo ministro, Malcolm Turnbull.

Secondo l'opposizione, è un incarico «molto chiaro»Prima dei settori più conservatori della coalizione di governo, eliminerà i premi per le energie rinnovabili a partire dal 2020, considerando che questo settore sarà in grado di competere in un mercato libero.

energia solare e prezzo della luce

Secondo il governo: «È una politica credibile, pro-mercato che si traduce in tariffe elettriche più economico. Significa che non ci saranno sussidi, tasse o sistemi di cambio.

La decisione prevede l'adesione alle raccomandazioni fornite quattro mesi fa dal capo scienziato del governo australiano, Alan Finkel, per una transizione da effettuare ordinato verso l'utilizzo di energie rinnovabili in modo che entro il 2030 forniscano oltre il 42 per cento del consumo energetico.

l'energia solare è ridotta dall'inquinamento

Secondo le dichiarazioni degli analisti a diversi canali televisivi, il piano governativo si presume che le energie rinnovabili rappresenteranno meno del 40 per cento per quell'anno.

Il governo della coalizione conservatrice, che include sostenitori dell'industria del carbone e scettici del cambiamento climatico, assicura che le famiglie salverà ogni anno fino a AU $ 115 (US $ 90,22 o € 76,50) tra il 2020 e il 2030.

Impianto di carbone

Come la Spagna, il prezzo dell'elettricità è aumentato di oltre il 60% negli ultimi 10 anni in Australia

Il leader del partito laburista, Bill Shorten, ha accusato Turnbull di aver ceduto alle richieste dell'ex primo ministro Tony Abbott, che si posiziona come scettico di fronte al cambiamento climatico.

Il portavoce laburista sulle energie rinnovabili, Mark Butler assicura che il piano del governo "distruggerà energie rinnovabili e migliaia di posti di lavoro in questo settore. Ha anche aggiunto che il suo partito vuole che l'energia pulita rappresenti il ​​50% del consumo energetico entro il 2030.

Sfida delle energie rinnovabili

Da parte sua, il numero uno dei Verdi, Richard di Natale, ha ritenuto che l'annuncio impedirà all'Australia di raggiungere gli obiettivi sollevato nell'accordo di Parigi.

Anche se, due anni fa, l'Australia ha annunciato che il suo obiettivo era ridurre le emissioni di gas serra entro il 2030 tra a 26 e 28 per cento al di sotto dei livelli del 2005.

Purtroppo oggi proviene più dell'85% dell'energia consumata in Australia combustibili fossili, principalmente dal carbone. La maggior parte degli scienziati ritiene che dovrebbe essere ridotto per aiutare a mitigare gli effetti del cambiamento climatico.

Industria carboniera australiana

Fortunatamente, il sostanziale miglioramento dell'efficienza delle energie rinnovabili aiuterà gli investitori privati ​​a investire in esse, il miglior esempio è l'impianto solare termico di Port Augusta.

Il più grande impianto solare termico del mondo sarà costruito in Australia

Energia termosolare

Il governo australiano ha approvato la costruzione del più grande impianto solare termico del mondo. Questo avrà una potenza di 150 megawatt e sarà costruito a Port Augusta, in South Australia.

L'impianto costerà 650 milioni di dollari australiani (510 milioni di dollari USA), Genererà circa 650 posti di lavoro edile per i lavoratori locali, secondo gli sviluppatori, e mira a coprire tutto il fabbisogno di elettricità per il governo statale. I lavori inizieranno il prossimo anno e dovrebbero essere completati nel 2020.

SolarReserve, con sede in California, è la società responsabile della costruzione. L'azienda americana è anche responsabile dell'impianto da 110 megawatt Crescent Dunes CSP in Nevada.

Centrale termica

Gli impianti solari fotovoltaici convertono la luce solare direttamente in elettricità, quindi hanno bisogno di batterie per immagazzinare l'energia in eccesso quando il sole non splende; impianti solari termici, da parte loro, utilizzano specchi concentrare la luce solare su un sistema di riscaldamento.

Megaprogetto

Secondo vari esperti, come il professore del Australian National University, Matthew Stocks: "Una delle grandi sfide dell'energia termica come strumento di accumulo è che può solo immagazzinare calore".

"Il termico è un modo sostanzialmente più economico per immagazzinare energia rispetto all'utilizzo delle batterie"aggiunge il professore di ingegneria energetica sostenibile Wasim Saman, dell'Università del South Australia.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.