I treni ibridi con pannelli solari iniziano a circolare in India

Per gestire la sua rete ferroviaria, l'India consuma quasi tre milioni di litri di gasolio. La metà dei treni passeggeri che percorrono i 66.000 km della sua rete ferroviaria viaggiano con locomotive diesel e, in misura minore, con biodiesel. L'altra metà è elettrizzata.

Inoltre è stato costruito solo il 20 percento dopo che il paese ha ottenuto l'indipendenza nel 1947, che ha fatto reagire il governo negli ultimi anni.
L'azienda governativa che gestisce la rete ferroviaria, Indian Railways, trasporta ogni giorno più di 23 milioni di persone e 2,65 milioni di tonnellate di merci. Quella grandezza dei numeri richiede a cambio di modello, e l'azienda ha iniziato a implementarlo, per diventare un'azienda pulita e ridurre le proprie emissioni di CO2 in modo drastico.

Nonostante il gran numero di macchine ferroviarie diesel ancora in servizio in India, il Paese ha il doppio onore di essere il primo a introdurre macchine diesel. gas naturale compresso (che pur essendo un combustibile fossile, emette meno particelle inquinanti), ed è anche la prima rete ferroviaria ad aver incorporato locomotive diesel ibride. Vale a dire: treni che ottengono parte dell'elettricità che consumano dall'energia del sole.

I primi tentativi dell'India di incorporare pannelli solari nei suoi treni risalgono a circa 4 anni fa, quando la società ha collaborato con Istituto indiano di tecnologia sviluppare un sistema di energia solare per alimentare l'illuminazione e l'aria condizionata delle autovetture. Al fine di ridurre il consumo di diesel.

Ma dopo molti test, non è stato fino allo scorso luglio che Indian Railways ha inaugurato i primi treni DEMU (unità multipla diesel elettrica), che sono il risultato di quell'indagine: carri che incorporano pannelli solari sul tetto. Anche se il treno va avanti essendo alimentato da locomotive con motore diesel, un set di 16 pannelli solari su ciascuna vettura sostituisce i generatori diesel destinati a far funzionare gli impianti elettrici delle auto.

Questi pannelli del tetto del vagone forniscono 300 watt di elettricità al lampade a LED, il sistema di ventilazione, l'aria condizionata e gli schermi informativi per i passeggeri. Un sistema a batteria garantisce fino a 72 ore di autonomia, per le ore in cui il treno funziona senza luce solare, sia perché è notte sia perché c'è nebbia.

In totale, si stima che il risparmio di carburante sarà 21.000 litri di gasolio all'anno per ogni treno ibrido a sei vagoni, il che significa una riduzione delle emissioni di anidride carbonica (CO2) di circa 9 tonnellate per carro / anno. In totale ci sono circa 50 vagoni e si prevede di aggiungere pannelli solari ad altri 24 vagoni nei prossimi mesi.

In effetti, è un compito abbastanza difficile, poiché normalmente i pannelli solari vengono installati su superfici fisse, che si tratti di terreni, tetti o ultimamente in strutture sopra l'acqua, e in questo caso vengono montati sopra veicoli che circolano in media di 80 km / h.

pannelli solari corea

Uno degli obiettivi delle ferrovie indiane è quello di risparmiare carburante, oltre a ridurre le emissioni di CO2 sulle sue migliaia di treni e sotto altri aspetti. Per questo, i carri incorporano WC a secco ecologici, che non utilizzano acqua, oltre a misure per riciclare l'acqua nei servizi igienici, gestione e riciclaggio dei rifiutie finalizzare un piano ambizioso che includa la piantumazione di 50 milioni di alberi vicino ai binari e alle stazioni ferroviarie

Entro il 2020, la capacità di produzione di elettricità delle ferrovie indiane dovrebbe essere di 1 GW utilizzando pannelli solari (5 GW nel 2025) e 130 MW utilizzando turbine eoliche, che forniranno elettricità pulita e priva di emissioni dirette a treni e stazioni. Questo dovrebbe risultare in un file "Mix elettrico" della rete ferroviaria indiana che, entro il 2025, otterrà il 25 per cento della sua elettricità da fonti energetiche rinnovabili come pubblicato dal governo (Decarbonising the Indian Railways).


Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.