Gli scarafaggi domestici stanno diventando resistenti ai pesticidi a causa dei cambiamenti climatici

cambiamenti climatici e scarafaggi

La presenza degli scarafaggi è in aumento e la loro frequenza di comparsa è in aumento. Questo fatto è stato confermato da entomologi, esperti nel campo dello studio degli insetti e da società di disinfestazione specializzate nell’affrontare questo tipo di problemi. IL Gli scarafaggi domestici stanno diventando resistenti ai pesticidi a causa dei cambiamenti climatici.

Se vuoi saperne di più su questo argomento, questo è il tuo post.

Aumento del numero di scarafaggi

scarafaggi

Secondo Xavier Bellés, professore all'Istituto di Biologia Evoluzionistica (CSIC-UPF) con 42 anni di esperienza nello studio degli scarafaggi, il cambiamento climatico è vantaggioso per la proliferazione di questi insetti. L’aumento delle temperature e la maggiore durata forniscono le condizioni ideali per una crescita rapida e una maggiore riproduzione. Bellés si concentra in particolare su gli scarafaggi biondi e americani, che sono le specie più comuni nelle aree urbane.

Secondo il ricercatore dell’Istituto di Biologia Evoluzionistica (CSIC-UPF), poiché le temperature continuano ad aumentare, si prevede che gli scarafaggi si moltiplicheranno a un ritmo più veloce. In laboratorio si è osservato che ad una temperatura di 30°C il ciclo biologico di questi insetti dura un mese, mentre a 25°C dura 48 giorni. Ciò significa che temperature più elevate (purché non superino i 40º Celsius) accelerano la crescita delle larve di scarafaggio, permettendo loro di raggiungere l’età adulta e riprodursi più rapidamente.

Il ciclo di vita accelerato non solo porta ad un aumento del numero di scarafaggi in un dato ambiente, ma dà loro anche un vantaggio nell’adattarsi agli habitat umani. Sviluppano resistenza agli insetticidi a un ritmo più rapido, grazie alla presenza di geni duplicati nel loro genoma che forniscono resistenza alle tossine e aiutano nella disintossicazione. Questo vantaggio genetico consente agli scarafaggi di metabolizzare e diventare resistenti alle nuove tossine sintetiche in poche generazioni di esposizione.

Cambiamenti climatici e scarafaggi

più scarafaggi

Poiché i cambiamenti climatici provocano un aumento delle temperature, gli scarafaggi possono riprodursi più frequentemente in un periodo di tempo più breve. Ciò consente loro di evitare le generazioni necessarie per sviluppare resistenza e, infine, diventare immuni agli insetticidi più rapidamente. Il ricercatore descrive questo fenomeno come una continua corsa tra gli esseri umani, che inventano continuamente potenti insetticidi, e gli scarafaggi, che, dopo alcuni cicli riproduttivi, Elaborano modi per metabolizzare queste sostanze chimiche.

Inoltre, si evidenzia che la composizione genetica di questi insetti rivela anche geni specifici che conferiscono loro maggiori capacità olfattive e tattili. Questo vantaggioso attributo permette loro di infiltrarsi senza fatica nelle abitazioni e nei luoghi con cibo abbondante e condizioni climatiche più favorevoli, superando i confini delle fogne sfruttando aperture impreviste. Evidenzia la notevole adattabilità degli scarafaggi domestici, affermando la loro capacità di rivaleggiare con gli esseri umani entro i confini delle loro case.

Come prevenire

rischi di scarafaggi

Secondo l'entomologo, l'eradicazione completa non è possibile, quindi la nostra migliore opzione è convivere con loro. Possiamo monitorare i loro movimenti e quando affrontiamo le infestazioni, Utilizzare metodi non tossici che siano sicuri per l'uomo e che non contribuiscano alla resistenza degli scarafaggi.

Affrontarla è una sfida ardua e non esistono soluzioni rapide. Tuttavia, sono disponibili opzioni alternative, come le sostanze anti-crescita a base di ormoni o gli insetticidi a base di acido urico, che non solo combattono efficacemente il problema ma danno anche priorità alla sostenibilità ambientale. Per sfruttare al meglio queste alternative, è essenziale chiedere consiglio agli esperti del settore.

Il direttore generale di Anecpla, Jorge Galván, condivide lo stesso suggerimento. Sottolinea l'importanza di un approccio globale alla lotta contro gli scarafaggi, che coinvolge l'esperienza di un professionista in grado di determinare l'efficacia del prodotto scelto. Gli scarafaggi non solo sviluppano resistenza, ma sviluppano anche antipatia per determinate sostanze. Ciò fa sì che l'attrattivo iniziale perda il suo fascino, provocando una diminuzione dei consumi. Di conseguenza, è necessario utilizzare sostanze alternative per sradicare con successo questi parassiti.

Cosa fa sì che gli scarafaggi sviluppino resistenza agli insetticidi?

Gli scarafaggi, come altri insetti, sono resistenti agli insetticidi per ragioni simili. Alcuni individui all’interno della popolazione degli scarafaggi hanno geni che conferiscono loro l’immunità contro gli effetti delle sostanze insetticide. Di conseguenza, se esposti agli insetticidi, è inevitabile che gli scarafaggi resistenti sopravvivano, mentre quelli sensibili dovranno affrontare un alto tasso di mortalità. Quando gli scarafaggi resistenti entrano a nuovo ciclo riproduttivo, trasmettono alla prole i geni responsabili della loro invulnerabilità. Di conseguenza, la popolazione di scarafaggi resistenti continua a crescere costantemente.

Il livello di efficacia degli insetticidi è misurato da un parametro noto come LC50, che quantifica la quantità di insetticida necessaria per eliminare il 50% della popolazione di insetti. Negli ultimi tempi è emersa una tendenza notevole in cui la LC50 per la maggior parte degli insetticidi disponibili in commercio è costantemente aumentata, determinando una maggiore quantità di insetticida necessaria per sradicare gli scarafaggi, consentendo così a molti di loro di sopravvivere.

Esistono due diverse forme di resistenza che possono essere identificate. La resistenza agli insetticidi può manifestarsi in due modi: fisiologico e comportamentale. Il primo, che abbiamo già osservato, coinvolge alcuni geni degli scarafaggi che consentono loro di eludere i meccanismi che tipicamente portano alla mortalità indotta dagli insetticidi. Di conseguenza, Anche se esposti agli insetticidi, rimangono illesi. Questa resistenza può assumere varie forme, come lo sviluppo di una cuticola più spessa che rende difficile la penetrazione degli insetticidi nel flusso sanguigno. Inoltre, le mutazioni che influenzano il metabolismo possono far sì che le cellule modifichino rapidamente ed eliminino l’insetticida senza effetti negativi.

In alcuni casi, gli insetti potrebbero non sviluppare una resistenza completa agli insetticidi, ma invece richiedono una dose significativamente più alta del solito per essere eradicati. È qui che entra in gioco la resistenza comportamentale. Quando gli insetti sono esposti a una piccola quantità di insetticida insufficiente per eliminarli, acquisiscono la capacità di rilevarlo, spesso attraverso l'olfatto, e successivamente di evitare le aree che ne sono state irrorate.

Spero che con queste informazioni possiate saperne di più sul motivo per cui gli scarafaggi domestici stanno diventando resistenti ai pesticidi a causa dei cambiamenti climatici.


Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.